"Lega Fantacalcio PEG"     


Versione Stampabile

 

Regolamento Coppa Italia PEG

  

 

TITOLO  I: Svolgimento della competizione.

  1. La Coppa Italia si realizza attraverso la suddivisione delle squadre in due gironi da 5. Girone di andata e girone di ritorno con incontri ad incrocio tra le riposanti settimanali. Semifinali con andata e ritorno; finali secche in campo neutro.

Questo il calendario della Coppa che si svolge assieme al campionato per un totale di 13 giornate.

1^ andata        -           6^ di campionato

2^ andata        -           8^ di campionato

3^ andata        -           10^ di campionato

4^ andata        -           12^ di campionato

5^ andata        -           14^ di campionato

1^ ritorno        -           16^ di campionato

2^ ritorno        -           18^ di campionato

3^ ritorno        -           20^ di campionato

4^ ritorno        -           22^ di campionato

5^ ritorno        -           24^ di campionato

(Ev. Spareggi -           25^ di campionato)

Semi andata    -           26^ di campionato      -           Andata Finale 9^/10^

Semi ritorno    -           28^ di campionato      -           Ritorno Finale 9^/10^

Finali               -           30^ di campionato

 

TITOLO  II: Formazioni e panchina.

  1. Valgono tutti i moduli, le regole sono; non ci devono essere in campo meno di 3 difensori, più di 3 attaccanti e in tutti i ruoli deve esserci almeno un giocatore (non vale il 5-5-0). In ogni caso i moduli consentiti sono: 6-3-1, 5-4-1; 5-3-2; 5-2-3; 4-5-1; 4-4-2; 4-3-3; 3-6-1; 3-5-2; 3-4-3.

 

  1. Ogni formazione (o modifica di formazione) inserita sul forum del sito entro l’inizio delle partite è considerata inviata. Anche se ad inserirla sul forum sono io dopo averla ricevuta dal singolo Presidente. Se non c’è la possibilità di inserirla sul forum la si manda o via mail, o via sms o telefonicamente o di persona, al proprio avversario e a me.

Se il sito venisse a mancare per qualsiasi motivo, si ritornerebbe ad utilizzare la mail.

 

  1. Se un giocatore presenta una formazione in qualsiasi modo sbagliata (modulo non regolare, giocatore non di sua proprietà ecc.) si occuperà il Presidente di sistemarla, anche a discapito di chi ha sbagliato.

 

  1. Nelle formazioni sarà possibile inserire un massimo di 3 "OPZIONI", ognuna di queste non potrà coinvolgere più di 3 giocatori. Grazie alle opzioni si potrà schierare un giocatore solo se titolare, quindi senza dover stare appresso alle formazioni tutto il weekend. Trovate un esempio di formazione con opzioni nel forum.

 

  1. Ad inizio stagione ogni squadra dichiara quale è il 1° allenatore e qual è l’allenatore in seconda. Tutte le settimane ogni squadra sarà libera di scegliere quale allenatore utilizzare ma il primo allenatore andrà in panchina in tutte le partite in cui non verrà indicato diversamente.

 

  1. L’allenatore potrà essere utilizzato anche se squalificato.

 

TITOLO  III: Calcolo dei Punteggi

  1. I goals dalle squadre vengono realizzati a partire da 66 punti 1 goal ogni 5 punti. Ossia 66 – 70,5; 71 – 75,5 ecc.

 

  1. I risultati delle singole partite vengono calcolati sulla base dei voti e dei tabellini di “Fantagazzetta” ai quali si aggiungono o sottraggono i seguenti bonus e malus:

 

 

  1. Il punteggio dell’allenatore in ogni partita viene assegnato così: il voto 6 in pagella corrisponde allo 0, ogni mezzo voto superiore al 6 corrisponde a BONUS dell’allenatore, ogni mezzo voto inferiore al 6 corrisponde al MALUS dell’allenatore.

 

  1. Modificatore difesa: ogni squadra avrà un possibile bonus stabilito in base alla media voto dei migliori 3 difensori schierati:

media voto >= 6.25    +0,5
media voto >= 6.50    +1,0
media voto >= 6.75    +1,5
media voto >= 7.00    +2,0
media voto >= 7.25    +2,5
media voto >= 7.50    +3,0

 

  1. Malus modulo: in base al modulo schierato dal proprio avversario si potrà incappare in un malus. Il 3-4-3 è lo 0.
    3-5-2 = malus -0,5
    4-3-3 = malus -0,5
    3-6-1 = malus -1,0
    4-4-2 = malus -1,0
    5-2-3 = malus -1,0
    4-5-1 = malus -1,5
    5-3-2 = malus -1,5
    5-4-1 = malus -2,0
    6-2-2 = malus -2,0
    6-3-1 = malus -2,5

     
  2. Il giocatore che viene giudicato con un S.V. è come se non fosse sceso in campo. Verrà giudicato con un 6 di diritto solamente nei seguenti casi:

- se è incappato in qualche bonus o malus;

            - se è un portiere che ha giocato almeno 25’.

 

  1. Gli uomini in meno, in qualsiasi caso, vengono valutati 4 punti se si tratta di S.V. (portieri: 3), 2 punti se si tratta di N.G.

 

  1. Un giocatore che viene ammonito o espulso quando è in panchina, non incappa in alcun bonus/malus.

 

  1. Nelle partite (specificate dai regolamenti) in cui vi è la possibilità di calci di rigore al momento di comunicare la formazione, ciascun allenatore deve comunicare anche l’elenco dei rigoristi, ovvero indicare a fianco di ciascuno dei 18 calciatori schierati (titolari e riserve) un numero da 1 a 18 che rappresenta l’ordine in cui batteranno gli eventuali calci di rigore. Il rigorista che prende un voto sufficiente (uguale o maggiore di 6) segna il rigore; il rigorista che prende un voto insufficiente (minore di 6) sbaglia il rigore. Se non vengono comunicati, i rigoristi sono assegnati d’ufficio dal 18 all'1, partendo dall'ultimo panchinaro arrivando al portiere. Se una squadra gioca in meno di 11 uomini i rigori non tirati sono da considerarsi sbagliati.

Se dopo gli 11 rigori le due squadre sono ancora in parità vince chi ha l’allenatore migliore, se si è ancora pari vince chi ha fatto più punti.

 

  1. In caso di partite rinviate o sospese si attenderà la disputa di tali partite se i tempi del recupero saranno accettabili ossia non siano a cavallo tra la fine dei gironi e le semifinali, altrimenti i giocatori di tali partite otterranno il 6 politico.

 

TITOLO  IV: Spareggi, Semifinali e Finali.

  1. In caso di parità tra due squadre alla fine del girone, se la differenza di attacco è inferiore o uguale a 5 gol, si effettua lo spareggio in concomitanza con la giornata di Campionato successiva. In caso di pareggio vince la squadra che aveva il miglior attacco, in caso di attacco pari si va ai calci di rigore.

 

  1. SPAREGGIO: lo spareggio si gioca in casa della squadra con il miglior attacco. Nel caso di spareggio tra più di due squadre viene assegnato un fattore campo di +2 al miglior attacco, +1 al secondo miglior attacco e 0 alle altre squadre.

 

  1. Nelle semifinali la squadra prima classificata del girone avrà un fattore casa di +3 mentre la seconda classificata avrà un fattore casa di +1.

 

  1. Nelle semifinali non conta la regola dei gol in trasferta, in caso di pareggio dopo il ritorno vince la squadra che ha fatto più punti nelle due partite di semifinale, in caso di ulteriore parità vince la squadra meglio classificata nel girone.

 

  1. La formazione non consegnata nelle partite di semifinale o finale porta automaticamente alla sconfitta a tavolino (0-2) per la squadra che non consegna la formazione.

 

  1. La vincitrice della Coppa Italia si qualifica alla Coppa dei Migliori DUSTY dell’anno successivo. Se la vincitrice della Coppa Italia è tra le prime 5 del campionato, si effettua il “Preliminare di Coppa” tra la finalista di Coppa Italia e la 6^ del Campionato, se la finalista di Coppa è anche la 6^ del Campionato si qualifica di diritto alla Best Cup.

 

  1. Le finali si disputano in campo neutro. In caso di pareggio la partita viene ripetuta fino alla terza volta. Nella terza ripetizione si utilizzano le regole dei calci di rigore (art. 16).

 

TITOLO  V: Supercoppa Italiana Cion Cion Blu.

  1. Alla prima giornata del Campionato successivo si disputa la “Supercoppa Italiana Cion Cion Blu” tra la vincitrice della “Serie A PEG” e la vincitrice della “Coppa Italia PEG”. Se la stessa squadra vince Campionato e Coppa, va in finale di Supercoppa la finalista di Coppa Italia (come nelle realtà). Nella Supercoppa Italiana Cion Cion Blu la vincitrice del Campionato ha un fattore campo di +2. In campo ci dovranno essere almeno 6 giocatori della rosa della stagione precedente, se non sarà possibile schierarne 6 se ne dovrà schierare il maggior numero possibile. In caso di parità si ripete la partita fino alla terza volta. Nella terza partita si utilizzano le regole dei calci di rigore (art. 16).

Indietro