"Lega Fantacalcio PEG"  


La storia della LegaPEG:

 

L’inizio: Dopo alcuni tentativi di fantacalcio in 8 non andati a buon fine e qualche altro tentativo portato a termine, ma con soli 4 partecipanti, i 3 fratelli Perego (Daniele, Andrea e Stefano) assieme all’immancabile Davide Amelio e a Francesco Curato, Marco Molinari e Michele Russo decidono di formare una Lega fantacalcistica da 8 partecipanti! L’ottavo concorrente è il punto caldo, visto che i sette giocatori sopraccitati garantiscono affidabilità, manca un ottavo che sia affidabile e questo causerà diversi problemi nei primi due anni di Lega! Per la prima stagione viene contattato Luca Marchini (sosia di Stankovic, J. Zanetti, Chivu, Robbie Williams e Iacchetti) che però poche ore prima dell’asta dà forfait seminando il panico tra gli altri partecipanti. Stefano riesce però a convincere Filippo Lucca, quest’ultimo non si rivela poi un grande acquisto ma consente comunque di avviare la Lega e per questo lo ringrazieremo sempre J!!

 

Il Campionato 2001-2002 mette subito in mostra il grande valore (che verrà confermato nelle stagioni successive) di due squadre che nei primi anni si distinguono da tutte le altre, quelle di Stefano e Davide che nel primo Campionato si giocano lo Scudetto staccando tutte le avversarie di oltre 20 punti! Inizialmente Stefano, con il suo “Sosa 61”, va via da solo arrivando ad avere anche 12 punti di vantaggio sull’inseguitore, “Macchia di sugo”, che però non si dà per vinto e recupera ben 10 punti fino a giocarsi il titolo all’ultima giornata, il 5 maggio 2002…

POBORSKY con la sua doppietta, decisiva anche per la vera Serie A, decreta che il “Sosa 61” è il primo Campione d’Italia della LegaPEG, Davide è secondo mentre il “G.A.A. 90°” di Francesco riesce a vincere l’affollatissima volata per il 3° posto superando, solo grazie alla differenza reti, la “Stella Rossa” di Daniele ed il “The All Stars” di Marco e per una manciata di punti il “Dj” di Michele…

Purtroppo Filippo (“Bayern”) non è un buon ottavo partecipante, dopo poche giornate smette di dare la formazione e causa decine di vittorie a tavolino. Inoltre non paga la quota d’iscrizione annua e viene quindi allontanato dalla Lega. Si cerca un sostituto…J

 

L’anno successivo le cose non migliorano di molto, i sette “soci fondatori” sono sempre quelli, Filippo viene sostituito da Antonio Restivo che, essendo stato cercato con più oculatezza rispetto a Filippo, dovrebbe garantire molta più affidabilità, ma non è proprio così! Antonio dà più garanzie per quanto riguarda la consegna delle formazioni settimanali, ma anche lui sparisce e non paga la quota annuale…L

Il Campionato ripresenta il duello visto l’anno prima, ma questa volta le parti sono invertite, Davide scappa con il suo “DaviRita” e Stefano insegue vanamente con il “Vincenzino 240”. Dobbiamo ammetterlo, è il Campionato che abbiamo seguito meno e non ricordiamo nemmeno bene l’evoluzione della classifica, sta di fatto che Davide scappa via subito, nessuno riesce più a riprenderlo e così, dopo il 2° posto, arriva il TRICOLORE! Stefano invece fa il contrario, per lui dopo il tricolore arriva un ottimo 2° posto! Dietro di loro si distingue una squadra che l’anno prima aveva enormemente deluso, quella di Andrea, il “Dusty&Pippo 226”, che conquista un posto sul podio a discapito dell’”Hais” di Francesco che era già stato 3° nel 2001-2002. Per l’ultima posizione lottano Michele (Michy&Dany) e Daniele (Stella Rossa) con il primo che alla fine riesce ad avere la meglio…J

Anche Antonio ed il suo “Merdina” vengono inevitabilmente allontanati dalla Lega e cominciano a nascere dubbi e perplessità sulla possibilità di trovare un ottavo partecipante all’altezza degli altri sette e sul fatto che la Lega possa continuare ad esistere ancora per molti anni…L

 

Nel 2003-2004 fa il suo ingresso nella Lega Matteo Capra, che non solo risolverà tutti i problemi legati all’ottavo partecipante, farà di più, diventerà un punto fermo e fornirà utili proposte e altrettanto utili critiche, un elemento unico e, forse, insostituibile! Matteo è scelto con decisione da Daniele e Stefano che decidono di prendersi la responsabilità di organizzare la stagione e di redigere il primo regolamento ufficiale! La Lega, finalmente, diventa tale e prende ufficialmente il nome di “LegaPEG”! Il primo regolamento (una semplice paginetta word) è composto da soli 10 piccoli articoli, ma rappresenta l’inizio dell’evoluzione e della crescita della Lega! In questa stagione viene anche stravolta la formula del Campionato che durerà solamente 21 partite. Nasce la Coppa Italia! Insomma un cambiamento radicale e decisivo che rappresenterà quella sferzata di novità che serviva al gruppo per diventare praticamente inseparabile! Durante l’anno, infine, Stefano diventerà pian piano il vero punto di riferimento per quel che concerne calcoli dei punteggi, lamentele e critiche…JL Guadagnandosi sempre di più il titolo (ambito o meno) di Presidente di Lega!

Finalmente si gioca in 8 a tutti gli effetti, anche se il “The All Stars” di Marco comincia a perdere colpi, il Presidente “marrone” inizia a non essere più voglioso come prima, ma per ora è ancora affidabilissimo!

Il Campionato entra nella storia come il più combattuto di sempre! Record che sarà poi battuto nelle stagioni successive. Inizia a tutta il solito Stefano (Signori 47) con 3 vittorie di fila, ma poi reagisce Davide (F.C. Paciorra) che chiude il girone d’andata in vetta, davanti a Stefano…insomma sono ancora loro sempre davanti a tutti! Matteo intanto, con il suo “Bombix F.C.”, debutta con un pessimo girone d’andata in ultima posizione e senza vittorie…ma la prima impressione non sarà quella giusta…J

Davide continua a correre anche nel ritorno, ma non abbastanza rispetto ad un Francesco (Tristan) scatenato che chiude il secondo girone in testa! Dietro di lui è sempre presente Davide a -1, poi a -2 in rimonta c’è Daniele con la sua “Stella Rossa” e a -3 si trova Stefano, calato ma non troppo! Gli altri sembrano, ripeto ”sembrano”, fuori dai giochi…

Il girone in campo neutro è clamoroso! Daniele crolla e non riesce più ad impensierire i primi, Stefano parte a tutta e va in vetta, ma poi sbuca Francesco che sfrutta le cadute degli avversari e va in testa a +4 su Davide a soli 3 turni dal termine. Francesco però non riesce a tenere il ritmo e Davide, dopo il grande inizio di stagione, è sulle gambe, riesce solamente a raggiungerlo, entrambi vengono sorpassati da Stefano e da uno scatenatissimo Matteo che agguanta addirittura Stefano e si guadagna lo spareggio per il titolo! Anche il “SuperDusty 227” di Andrea cerca il rimontone finale, ma arriva ad un punticino da Davide e Fra che si giocano lo spareggio per il podio!

Nel doppio spareggio Davide riesce ad avere la meglio su uno spento Francesco (ancora 4°) e si guadagna il 3° posto!

Stefano invece trova l’ultimo gol di Pavel Nedved nella sua squadra che gli regala il 66 che vale il decisivo 1-0. Matteo era troppo appagato dalla grande rimonta e si accontenta del 2° posto! Per Stefano si tratta del 2° tricolore JJ!! Da ricordare il memorabile 3 in pagella ad Emiliano Bonazzoli (Stefano) nello spareggio che vale il titolo JJ!

L’ultima posizione questa volta spetta di diritto al “Fuego” di Michele che viene staccato da tutti, insomma un “Fuego” un po’ spento…

Debutta la Coppa Italia ed i valori che le varie squadre avevano espresso nei Campionati vengono letteralmente stravolti!

Nel girone nord se la giocano Francesco, Marco (The All Stars) e Michele mentre Matteo, 2° in Campionato, rimane all’ultimo posto senza mai pronunziar parola. Michele, Fra e Marco si giocano il passaggio all’ultimo punto e ad una partita dal termine Marco è in vetta al girone, ma perde l’ultima e viene scavalcato sia da Michele che da Francesco che si conquistano così le semifinali! Memorabile un match tra Matteo e Francesco finito 3-5!

Il girone sud, invece, vede la clamorosa disfatta di Davide che chiude ultimo, distanziato da tutti gli altri e senza appello!

Andrea, Daniele e Stefano se la giocano in famiglia fino all’ultimo turno, continuano a scambiarsi le posizioni ma all’ultima giornata Andrea batte Daniele, si assicura il primo posto ed elimina Stefano, che vince contro Davide, ma arrivando a pari merito con Daniele al 2° posto perde per la differenza reti. Daniele e Andrea approdano quindi alle semifinali mentre i dominatori Stefano e Davide subiscono un’amara disfatta!

Nelle semifinali i Perego perdono entrambi clamorosamente! Daniele va a casa contro Francesco con un 1-0 che grida vendetta per solo mezzo punto!

Andrea invece perde contro Michele (in una partita bruttissima) solo per colpa del punteggio totale, visto che il risultato era 0-0 ma il 62,5 a 61,5 per Michele vale la conquista della finale grazie ai gol di Cassano e Legrottaglie…

Daniele e Andrea si sfidano per guadagnare il 3° posto e, quindi, una fetta di montepremi. La finalina è combattuta ma la “Stella Rossa” è sfortunata a giocarla in 10 uomini e così i gol di Sheva e Amoruso non bastano a rispondere alla doppietta di Tomasson! Andrea chiude a 70 punti mentre Daniele non riesce a fare un gol, 1-0 e Andrea 3°!

La finale ha del clamoroso, Francesco e Michele se la giocano alla grande, punto a punto! Per Francesco segnano Jorgensen, Chevanton e Corradi, per Michele invece Pecchia e Rocchi. Le due squadre finiscono in parità; 2-2, ma il fatto clamoroso è che pareggiano anche ai punti; 74-74! Francesco vince quindi la competizione grazie al miglior piazzamento nel girone…la Coppa è sua, ma con grande fairplay decide di dividere il montepremi con Michele. Questo però non cancella l’albo d’oro!

Gli altri si piazzano rispettivamente: Stefano 5°, Matteo 6°, Marco 7° e Davide 8° ma sono posizioni che contano poco.

 

Nel 2004-2005, per la prima volta dall’inizio della Lega, gli otto partecipanti restano gli stessi dell’anno precedente!! Matteo si è rivelato un ottimo elemento e così si confermerà per alcune altre stagioni.

Curiosa l’asta iniziale nella quale Francesco deve dare forfait e viene sostituito (degnamente) da Simone Naracia, un amico di Matteo raccattato all’ultimo momento! Marco intanto manifesta sempre di più i segni di cedimento ma continua ad essere presente!

Come detto, la Lega cresce, aumentano le quote d’iscrizione e di conseguenza i premi. Nascono la “Supercoppa Italiana PEG” e la classifica cannonieri! Vengono inoltre introdotte importanti novità tra cui il “bonus porta imbattuta” (che verrà poi modificato). Il regolamento diventa più folto, anche se durante l’anno paleserà ancora diversi “buchi”.

Un’idea nuova sono le “Supercoppette Italiane PEG”, due coppette ad eliminazione diretta, svolte durante il Campionato e la Coppa per cercare di far si che chi è fuori classifica possa avere nuove motivazioni.

L’idea è carina, ma non vale molto più che altro per il fatto che il montepremi è praticamente nullo e non ci sono quindi molti stimoli…

La formula Campionato + Coppa resta identica all’anno precedente!

E’ la stagione dei record per Stefano! In Campionato il “Pigghia foco…” di Davide parte forte come sempre con 3 vittorie di fila, ma alla quarta giornata Stefano lo sorpassa ed alla quinta gli rifila uno 0-4 storico. Il “Montolivo 43” si lancia verso il Campionato più dominato della storia! Al termine dell’andata Stefano è a +2 su Matteo, alla fine del girone di ritorno è a +5 su Davide, in campo neutro annienta le speranze altrui chiudendo a +13 (passando per un +15) e vincendo lo scudetto con 3 turni d’anticipo! È il terzo TRICOLORE! Un risultato storico!

Alle spalle dell’imprendibile Stefano, però, non manca la bagarre. Davide, come detto, parte forte ma il “Bombix F.C.” di Matteo gli sta alle costole ed i due sembrano andare via a tutti gli altri, continuano a correre fino al termine del girone di ritorno che chiudono appaiati a quota 27 con un +9 sull’”A.C. Elvis” di Francesco che guida il gruppo degli inseguitori.

Francesco però si scatena nelle ultime giornate mentre Davide e Matteo si ostacolano a vicenda, la rimonta di Fra è clamorosa…realizza 15 punti su 21 battendo anche Stefano, mentre Matteo è addormentato e ne fa solo 5! Francesco lo passa in volata, all’ultimo turno, per un solo punto. Colpa del pareggio di Teo contro Stefano!

Davide chiude così ancora una volta sul podio (2° posto) e Francesco evita di arrivare 4° per la terza volta di fila e bissa il podio di 3 anni prima!

Daniele (Stella Rossa) e Andrea (PantaDusty 81) non si notano mai mentre per l’ultimo posto se la giocano il “The All Stars” di Marco ed il “Rey Mistirio” di Michele con quest’ultimo che alla fine riesce ad avere la meglio ed evitare di arrivare ultimo per due anni consecutivi…

Nella “Supercoppetta” giocata durante il Campionato si mettono in evidenza Michele e Matteo che arrivano a giocarsi la finale. Un doppio confronto accesissimo con Matteo che domina l’andata e con un 3-1 sembra ipotecare la vittoria ma Michele al ritorno mette in campo tutto ciò che ha, vince 2-1 e rischia davvero di ribaltare il risultato, alla fine però la coppetta va a Matteo, è il primo trofeo per lui ma è solo un antipasto!

In Coppa Italia il girone nord, in cui c’è Stefano Campione d’Italia e con un passo micidiale, è di livello abbastanza basso e l’”E.B. FantaCerci” continua a correre! Realizza 27 punti in 12 partite con una sola sconfitta (contro Michele 3-2) e domina il girone. Per la seconda piazza utile Michele parte male, ma nella seconda metà del girone corre come un pazzo (battendo, come detto,  anche Stefano) e riesce a raggiungere e distaccare sia Marco che Francesco. Chiude con +6 sul terzo posto e si guadagna l’accesso alle semifinali!

Nel girone sud solo Davide rimane fuori dai giochi sin dalla prima giornata (come nella Coppa dell’anno prima) mentre Andrea, Daniele e Matteo si battono punto a punto per tutta la prima metà del girone, poi la squadra di Daniele accusa un calo fisico dovuto, probabilmente, ad una preparazione non appropriata e rimane distaccata dalle altre due! Andrea corre fortissimo e stacca anche Matteo che si accontenta del 2° posto, utile comunque per la qualificazione!

In semifinale ritorna un incontro che è ormai un classico; Matteo contro Stefano! Il dominatore della stagione questa volta non può nulla, all’andata non vede palla mentre la squadra di Matteo gioca come vuole e vince 2-1! Al ritorno Stefano vuole rifarsi, ma Teo non ha mandato giù quel pareggio all’ultima giornata di Campionato che gli ha tolto il podio, resiste senza troppi patemi d’animo e colpisce in contropiede. E’ finale per Matteo, è clamorosa disfatta per Stefano!

L’altra semifinale è più combattuta, Andrea fa il colpaccio all’andata vincendo 2-1 in casa di Michele! Nel ritorno Michele si affanna per ribaltare il risultato, riesce a fare qualcosina di più rispetto ad Andrea ma il risultato finale di 1-1 è giusto e Michele si deve accontentare di giocare per il 3° posto mentre Andrea ha la sua prima grande occasione!

Nella finale per il terzo posto Michele scende in campo voglioso ed arrabbiato mentre Stefano è deluso e sconsolato. All’andata una doppietta di Ibrahimovic fissa il risultato sul 2-0 mentre la squadra di Stefano sta a guardare. Al ritorno il “FantaCerci” è più grintoso, ma non è quello che si è visto durante l’anno, cerca di attaccare ma Michele è spietato e attentissimo, blocca le avanzate e riparte…chiude 2-1 grazie a Cassano e Nedved ed ottiene un risultato al quale teneva molto! Primo podio in carriera per Michy!

La finale ha tutte le premesse per essere una bella partita, equilibrata e combattuta ma non è così! Matteo è scatenato, i suoi giocatori scendono in campo con una rabbia dentro mai vista prima e spazzolano via il “PantaDusty” di Andrea con un 3-0 secchissimo che non ammette repliche! Il ritorno si gioca per costrizione. Per Matteo è una passerella, per Andrea è una tortura. Il risultato finale è di 2-1 per Teo che dimostra di non avere alcuna pietà! La Coppa è tutta sua! Per Andrea si tratta di una prima esperienza di livello che si rivelerà utilissima in futuro.

Gli altri si piazzano rispettivamente: Davide 5°, Daniele 6°, Francesco 7° e Marco 8° ma sono, come sempre, posizioni che contano poco. Memorabile però la semifinalina di andata tra Francesco e Daniele che si chiude con il risultato storico di 5-7 in favore della “Stella Rossa”!

Nella “Supercoppetta” giocata durante la Coppa si fanno notare Andrea e Matteo che ci danno un antipasto di quella che sarebbe poi stata la finale di Coppa. Qui però è Andrea a portare a casa il trofeo con un 2-2/3-1 nella doppia finale! Matteo si accontenta mentre Andrea esulta per il suo primo successo, anche se di poco conto.

La prima edizione della “Supercoppa Italiana PEG” ci ripresenta una sfida sempre in voga; Stefano vs. Matteo! Teo è appagato dal recente trionfo in Coppa Italia mentre Stefano ha una gran voglia di vendetta dopo le delusioni di Coppa. Chiesa e Pinardi annientano uno spento “Bombix F.C.” e Stefano, con il 2-0 finale, porta a casa, direi meritatamente per la stagione fatta, la prima Supercoppa Italiana!

Bisogna ricordare infine che il primo titolo di “Capocannoniere” della LegaPEG va a Cristiano Lucarelli (Davide, 20 gol) che in volata supera Vincenzo Montella (Stefano, 19 gol), dominatore della classifica fino a ¾ di stagione e Alberto Giardino (Daniele, 18 gol)!

 

Nel 2005-2006 la Lega effettua un ulteriore salto di qualità, un passaggio reso necessario dall’avvento della Serie A a 20 squadre. Si passa da 8 a 10 partecipanti. Pensate, prima si faceva fatica a trovare l’ottavo, mentre ora si trovano un nono ed un decimo assai affidabili! Marco però palesa nuovamente tutti i suoi problemi fantacalcistici ed a fine anno sarà escluso dalla Lega…L

Il primo nome nuovo è quello di Gianni, amico di Stefano, che si appassiona al gioco pian piano e sembra non poterne più fare a meno! Il secondo nome nuovo invece è rappresentato dalla prima donna della Lega, Simona! Moglie di Daniele, Simona è altamente affidabile per quel che concerne pagamenti e consegna delle formazioni, ma non si è ancora riusciti a capire quanto si sia appassionata al gioco…

Il regolamento della Lega è ormai sempre più completo, anche se a stagione in corso vengono sempre, inevitabilmente, fuori nuovi punticini da aggiungere, oltre alla grandissima novità rappresentata dal numero di club il Presidente di Lega inserisce (autonomamente o per votazione) diverse novità importantissime come l’aumento dei giocatori in rosa, l’abbattimento dei vincoli di ruolo, la modalità di svolgimento dell’asta iniziale e la regolamentazione della panchina! La novità più importante però è rappresentata dall’acquisto degli ALLENATORI. Insomma una vera e propria rivoluzione che cambia tantissime cose migliorando, a mio modesto parere, tutto il fantacalcio e rendendo la LegaPEG sempre più unica e particolare!

Il Campionato del 2005-2006 è quello delle sorprese, della “caduta degli Dei”! I grandi, soprattutto il più grande, Stefano, non riescono a dire la loro ed allora ecco che in testa alla classifica della Serie A si trovano nomi che, prima, non si erano mai visti e, bisogna dirlo, era ora! Ci voleva gente nuova e ci volevano nuovi vincitori!

A partire forte, però, è sempre Davide (“L’Imperatore”) che ha una grande capacità nell’iniziare a tutta, al termine delle 9 giornate d’andata Davide è nettamente in testa con ben 5 punti di vantaggio su un trio di inseguitori che, presto, si contenderanno la vetta; il “PantaDusty 251” di Andrea, la “Stella Rossa” di Daniele e la matricola più sorprendente, l’”A.F.C. Amatori” di Gianni! Subito dietro c’è anche il “Bombix F.C.” di Matteo!

Durante il girone di ritorno Davide viene sorpassato ma continua comunque a giocare bene ed alla fine riesce a mantenere la testa della classifica anche se gli inseguitori sono più che mai agguerriti e non gli lasciano un attimo di respiro! Andrea, infatti, è a -1, Matteo ed un rientrante Michele (“The Killer”) sono a -2, Daniele è a -3 ed anche Gianni è lì, attaccato, a -4! Anche le altre squadre non sono poi molto lontane, tutte tranne l’”A.C. Elvis” di Francesco che va verso la realizzazione di tutti i record negativi possibili ed immaginabili e quest’anno l’asta l’ha fatta lui…J

Nel girone in campo neutro parte a tutta Andrea che passa subito in testa ed acquisisce un vantaggio di +5 sulla seconda, poi scende fino a +2, poi torna a +6 e ripassa a +3 ma alla fine, nonostante gli avversari siano dietro l’angolo, Andrea resiste e la vittoria finale contro Michele gli consegna il primo Scudetto. Per la prima volta Andrea è Campione d’Italia! Dietro di lui c’è una bella bagarre! Davide e Gianni sembrano andarsi a giocare i due posti sul podio ma nelle ultime 5 giornate impazzisce Daniele che arriva dalle retrovie con 5 vittorie di fila, sorpassa tutti (tranne Andrea) e si conquista uno storico 2° posto, intanto il debuttante Gianni riesce a distanziare l’esperto Davide che per la prima volta (come Stefano) non va sul podio…quante sorprese!

Per l’ultimo posto non c’è nemmeno da lottare, Francesco chiude il Campionato a 12 punti dal penultimo dove c’è il “Vespa Club” di Simona!!

La Coppa Italia, essendoci 10 squadre, cambia leggermente formula ma resta comunque fatta da due gironi, semifinali e finale.

Il gruppo nord è combattuto, Andrea (Campione d’Italia), Michele, Davide e Stefano (“E.B. FantaCerci”) si sfidano senza esclusione di colpi. Francesco, intanto, si guadagna il suo ultimo posto…L

Quella di Davide è sicuramente la squadra migliore del girone, ma quest’anno la sorte non è dalla sua parte e nonostante l’enorme numero di gol realizzati non riesce ad andare oltre ad un 4° posto che conta nulla.

Tra Andrea, Michele e Stefano passano i due che hanno (nell’occasione) più fortuna. In questo caso tocca a Stefano (e non è la prima volta) e Michele, per lui è una buona sorte meritata!

Nel girone sud il “The All Stars” di Marco va a tutta, è la sua ultima competizione e lui vuole lasciare il segno, parte in testa e nessuno gli sta dietro! Passa il turno con due giornate di anticipo e si presenta in semifinale da favorito! Dietro di lui si battono Daniele e Simona con il primo che parte meglio ma perde pian piano il suo vantaggio nonostante anche Simona esiti in diverse occasioni. All’ultima giornata però la nostra prima donna riesce ad effettuare il sorpasso ed a guadagnarsi la semifinale, meritatissima! Notevole anche la rimonta di Gianni che arriva 3° nel gruppo, davanti a Daniele e ad un solo punto da Simona. Peccato per la pessima partenza!

Nella prima semifinale Stefano sprona i suoi uomini e gli fa tirar fuori tutto, insomma la squadra ha un sussulto d’orgoglio mentre il team di Simona dimostra tutta la sua inesperienza nell’affrontare un dentro o fuori! Simona non riesce a gestire il gruppo nel modo migliore e non può fare altro che subire. Il risultato a favore di Stefano è netto, 3-1 grazie a Seedorf, Fiore e al buon Ballotta! Simona paga l’inesperienza ma si gioca comunque il 3° posto nell’anno del debutto. Stefano, invece, riesce a raddrizzare una stagione che, altrimenti, sarebbe stata da dimenticare.

Nell’altra semifinale si sfidano Marco e Michele, se il secondo è un esperto di Coppe, il primo certo non è un’habituè negli appuntamenti che contano. Per Marco si tratta dell’ultima competizione, l’ultima occasione per lasciare il suo nome negli albi PEG, non a caso scende in campo motivato come non mai dopo un girone giocato alla grande! Michele però è un osso esageratamente duro, punzecchiato continuamente dal Presidente di Lega, Michele vuole la finale contro Stefano per potergli dimostrare di che pasta è fatta la sua squadra! Marco, con la doppietta di Corradi sembra poter andare a vincere, ma Michele è scatenato e va a segno con Oddo (R), Ibrahimovic, Iaquinta, Amoruso e ancora Amoruso su rigore!! Il risultato finale è uno spettacolare 3-2 a favore di Michy che condanna così Marco ad abbandonare la Lega senza aver mai vinto nulla ma con ancora la possibilità di ottenere almeno un piazzamento!

Piazzamento che però non arriva per il povero Marco… Nella finale per la terza piazza le squadre di Simona e, appunto, Marco scendono in campo impaurite e timorose, perdere vorrebbe dire tornarsene a casa con un pugno di mosche. Nel finale però arriva la rete di David Trezeguet, la squadra di Simona riesce così a segnare un gol mentre Marco arriva ad un passo dalla realizzazione, consapevole del fatto che ai rigori avrebbe portato a casa la partita. La sfida finisce così 1-0 e Simona porta a casa un terzo posto meritatissimo per quel che ha fatto vedere nel corso di tutta la stagione! Menzione d’onore però a Marco che con l’ultima di tante sconfitte saluta la LegaPEG senza mai aver lasciato il segno… Per noi resta un buon amico ed uno dei grandi soci fondatori! A lui un va saluto caloroso da parte di tutti i Presidenti!

Anche la finalissima è assai agguerrita! Le squadre di Michele e Stefano non sono eccelse, ma si equivalgono! Entrambi, inoltre, hanno una gran voglia di vincere, Michele perché cerca il primo acuto e Stefano perché cerca di rendere memorabile anche questa stagione! La partita è equilibratissima, la doppietta di Konan, però, sposta il pronostico decisamente dalla parte di Michele. Stefano, mai domo, ha una reazione veemente con Budan che realizza due reti e, viste le defezioni altrui, dovrebbe entrare in campo, a pochi minuti dal termine però AMOROSO, non si sa per quale oscuro motivo, va a calciare un rigore per il Milan e, quindi, per Stefano…realizza il gol ma fa si che Budan non entri più in campo! Sembra ormai finita a favore di Michele ma al ’93 Flachi realizza la rete che riapre la partita. Con un pareggio si andrebbe ai rigori e Stefano avrebbe la vittoria in pugno! La sua squadra, però, porta a casa solo 65,5 punti e rimane a mezzo punto dalla Coppa! Michele realizza, come previsto, il gol decisivo, ringrazia KONAN, e si mette in tasca il primo trofeo della sua storia grazie all’1-0 finale! Grande gioia in casa Russo e caroselli in piazza in tutta la Campania!

Per onor di cronaca i piazzamenti di rincalzo sono i seguenti: Davide 5°, Daniele 6°, Andrea 7°, Gianni 8°, Matteo 9° e Francesco inevitabilmente all’ultimo posto, il 10°.

Il titolo di “Capocannoniere PEG” se lo aggiudica nuovamente Davide grazie all’imprendibile Luca Toni che realizza ben 29 reti! Coloro che occupano le piazze d’onore sono lontanissimi dal vincitore, si tratta di David Trezeguet (Simona, 22 reti) e David Suazo (Gianni, 20 gol)!

L’ultimo atto della stagione è la seconda edizione della “Supercoppa Italiana PEG”, se la giocano Andrea (Campione d’Italia) e Michele (vincitore della Coppa Italia), le due squadre sono stanche e appagate da un’annata che le ha viste più che protagoniste. Andrea però si è riposato durante la Coppa mentre Michele ha dovuto dare il meglio di sé per eliminare tutti gli avversari. Andrea, infatti, gioca meglio, ma non riesce a fare la differenza durante i tempi regolamentari che si chiudono sull’ 1-1! Ai calci di rigore, però, la maggior freschezza si fa sentire ed Andrea al quarto tiro, grazie all’errore di Taddei ed al gol di Panucci, riesce a chiudere i conti ed a terminare la stagione con l’accoppiata Campionato + Supercoppa! Michele è comunque soddisfatto della sua annata e non ha nulla da rimproverarsi!

 

Nel 2006-2007 arrivano ancora una volta tantissime novità! Su tutte, ovviamente, l’ingresso in Lega di Ludovico, sostituto di Marco! Ludo è un collega di Stefano, affidabilissimo fantacalcisticamente parlando nonché un osso assai duro, a differenza del rispettabilissimo Marco…

Ma sono ancora una volta tante anche le novità regolamentari e di svolgimento della stagione. Il regolamento acquisisce nuovi punti e nuove precisazioni, tra le nuove regole le più importanti sono sicuramente l’istituzione della “primavera” e la proposta di inserire un modificatore del modulo, che però non viene approvata dal consiglio direttivo durante l’asta iniziale!

Altra novità fondamentale è, in previsione futura, l’inserimento delle conferme per ogni squadra! Conferme molto limitate e con appositi vincoli, che però consentono di valorizzare molto i giovani e gli affari fatti dai presidenti più bravi!

Esperimento importantissimo è anche quello del doppio giornale; anziché utilizzare la sola Gazzetta dello Sport, per fare i conti settimanali si utilizzerà anche il “Corriere dello Sport”, la proposta è di Matteo e serve a far si che i voti, a volte assurdi, dati da un giornale risultino più “equilibrati”. L’esperimento trova alcuni consensi ma soprattutto molte critiche. Nonostante l’apprezzamento del Presidente di Lega, non trova conferma per la stagione successiva.

Viene poi aumentata la quota di partecipazione, ma soprattutto viene stravolta la formula della stagione, non sarà più Campionato e poi Coppa, bensì Campionato tutto l’anno, durante il quale si giocherà anche la Coppa! Le vere grandi “invenzioni” del Presidente, però, sono due; la prima è l’istituzione della “Coppa dei Migliori DUSTY”, competizione che nascerà nel 2007-2008 e che fa si che fino alla 6^-7^ posizione della Serie A ci siano importanti motivazioni per correre a tutta fino a fine anno!

Viene proposta anche la “retrocessione”, per l’ultima squadra classificata, che comporterà un aumento della quota di iscrizione all’anno successivo, anche questa proposta però non viene approvata durante l’asta iniziale!

La seconda grande invenzione è il sito internet della Lega! Un vero lavoraccio che ha impegnato il Presidente per tutta l’estate ma sarà di grandissimo aiuto per quanto riguarda la consegna delle formazioni settimanali e, soprattutto, l’assoluta trasparenza di tutte le operazioni! Il sito diventerà il punto di riferimento per tutti i Presidenti, la risorsa alla quale fare riferimento per vedere ogni aggiornamento.

Inoltre vorremmo sapere quale altra Lega privata al mondo ha un sito internet dedicato…JJ!!

Anche questo Campionato riserva numerosissime sorprese e colpi di scena a non finire, in avvio i favoriti sembrano essere lo “Yentel M.F.” di Francesco e l’”A.F.C. SemiPro” di Gianni. Alla fine arriveranno a giocarsi il titolo, ma il loro cammino sarà completamente diverso e arriveranno ai rigori dello spareggione solo dopo una stagione tortuosissima! La partenza sprint questa volta è della nostra Simona con il suo “Vespa Club” che si porta in testa alla classifica per la prima volta nella sua storia, ma non dura molto visto che già alla settima giornata abbandona la vetta e da lì in poi non la ritroverà più. Inizia il vero Campionato ed i protagonisti nelle posizioni di vertice sono fondamentalmente 4; l’”A.F.C. SemiPro” di Gianni, il “La stiam vincendo” di Davide, l’”E.B. Pongotto” di Stefano e l’”F.C. Oguro” del debuttante Ludovico. A questi quattro se ne aggiungeranno due proprio nell’ultimo girone, due squadre che andranno a giocarsi lo spareggio, stò parlando dello “Yentel M.F.” di Francesco e della “Stella Rossa” di Daniele, le uniche squadre che fanno storia a se durante tutta la Serie A sono quelle di Michele (Nnmeladanno), Andrea (PantaDusty 206) e Matteo (Bombix F.C.) che si alternano per tutta la stagione nelle ultime posizioni della classifica cercando di riagganciare il gruppo, ma questa non è la loro stagione e nessuno li nota.

Come detto dalla settima giornata inizia la bagarre in testa, il primo a tentare un allungo importante è Gianni (prima volta in vetta per lui nella LegaPEG) che con il contributo fondamentale di AMAURI raggiunge un vantaggio massimo di 5 punti sugli inseguitori alla dodicesima giornata, ma la matricola Ludovico è un vero e proprio “cavallo pazzo” e dopo un inizio pessimo inanella una serie di 6 vittorie consecutive con punteggi record pareggiando il record della Lega appena stabilito da Stefano. L’Oguro passa in testa con 4 punti di vantaggio su Gianni, ma inizia inspiegabilmente a perdere ed incappa in una serie di 5 sconfitte di fila stabilendo anche questo record…una cosa assurda! Così al giro di boa in vetta c’è l’espertissimo Davide che sembra potersela giocare ancora una volta per il titolo, intanto Gianni attraversa un periodo negativo anche a causa del pesantissimo infortunio di Amauri, Francesco invece vaga a metà classifica. All’inizio della seconda metà di stagione ecco che parte il Pongotto del Presidente che dopo un anno di magra è tornato ad esprimere un ottimo calcio grazie ad una campagna acquisti coraggiosa e assai oculata. Stefano scappa via, raggiunge un margine massimo di 5 punti sugli inseguitori e rimane in vetta per ben 11 giornate consecutive, poi le sue attenzioni si spostano con decisione sulla Coppa Italia ed il Pongotto cala, ma la sua pericolosità rimane elevatissima! Alla giornata n° 31 torna in testa il buon Gianni inseguito da vicino da Daniele che si è riportato sotto. La volata finale è pazzesca, le squadre si equivalgono e chiunque potrebbe trionfare, alla trentatreesima c’è in testa Gianni, alla trentacinquesima Davide e Stefano (che lotta per il possibile 4° tricolore) prendono il comando ma dietro di loro non c’è aria, sono tutti attaccati ed anche Simona è rientrata in corsa!

L’ultimo turno è decisivo ed i due super esperti in trionfi della Lega si fermano! Stefano viene sconfitto da Daniele e Simona da Andrea, loro due sono fuori dai giochi mentre Davide con un pareggio riesce a rimanere appaiato agli scatenati Gianni, Francesco e, appunto, Daniele. Finisce il Campionato e ci sono 4 squadre a pari merito a giocarsi uno spareggio impensabile ed il 5°, Stefano, è a un solo punto di distacco.

Lo spareggio a quattro è un evento storico, ognuno può vincere, non si possono fare pronostici! Francesco e Gianni però fanno un sol boccone di Davide e Daniele che non giocano una brutta partita, ma devono accontentarsi di contendersi l’ultimo gradino del podio ai calci di rigore. E’ una lotteria e la spunta il più fortunato, ancora una volta Davide. Per Daniele è solo l’ultima di tante delusioni mentre per Davide è il 5° podio in 6 stagioni, un palmares di tutto rispetto! Complimenti a lui!

Gianni e Francesco si giocano lo Scudetto e lo “Yentel” sembra poterla spuntare, ma Castellazzi becca 5 pappine e compromette tutto! Il risultato finale è un 2-2 che costringe i contendenti a giocarsi tutto nella malvagia lotteria dei rigori! Per Fra il 2-2 nelle grandi occasioni è una prassi, vedi finale di Coppa con Michele nel 2003-2004, quella volta alla fine la spuntò Francesco. Questa volta non va così! Il primo rigore ad oltranza è quello decisivo, l’errore di Del Vecchio consegna a Gianni il tricolore più sofferto della storia! Per Fra rimane una bella soddisfazione aver raggiunto un risultato forse nemmeno meritato, per Gianni è la giusta ricompensa per due anni giocati alla grande, c’è un nuovo campione in LegaPEG, nessuno lo può negare!

La Coppa Italia PEG 2006-2007 vede un po’ gli stessi protagonisti del Campionato con un paio di illustri eccezioni. Il girone nord è praticamente dominato dal “La stiam vincendo” di Davide che rimane sempre nelle prime due posizioni e per la prima volta nella storia si qualifica per le semifinali di Coppa! Il buon Davide inizia a diventare pericoloso anche qui. Dietro di lui, tolto il ”PantaDusty” che parte malissimo e con 5 sconfitte di fila è subito fuori e ultimo, è bagarre! Simona cerca di rimanere attaccata alle posizioni che contano ma fatica, rimane in corsa fino all’ultima giornata ma quando serve, inciampa e deve dire addio ai suoi sogni di gloria e la sua stagione si conferma deludente! Quello messo meglio sembra essere Gianni che parte subito bene e rimane sempre davanti, ma la “Stella Rossa” non lascia respiro, rimane sempre attaccata durante il girone d’andata e nel ritorno comincia a farsi vedere anche davanti. All’ultima giornata con il colpo di coda in casa del “Bombix” di Matteo, Daniele scavalca il neo Campione d’Italia, ringrazia il fratello Andrea per l’enorme favore e torna in semifinale dopo 2 stagioni di delusioni in Coppa.

Il girone sud è un po’ più combattuto e appassionante, tolto Francesco che non entra mai in gioco ed arriva ultimo senza mai ostacolare i migliori, gli altri si scannano! Parte fortissimo Michele che va in fuga seguito a ruota da Ludovico, i due chiudono il girone di andata con un margine di ben 5 punti sulle altre e sembrano destinati ad ammazzare il gruppo sud ma non è proprio così perché nel ritorno Michele, e soprattutto Ludo (4 sconfitte di fila), cedono il passo e le altre rientrano in partita. La grande occasione viene sfruttata a pieno dall’espertissimo campione Stefano che con 10 punti in 5 giornate scavalca entrambi i fuggitivi e chiude il girone al primo posto ottenendo il pass per le semifinali per il 3° anno consecutivo e rimanendo in gioco in quello che è il suo obiettivo stagionale dichiarato, la Coppa Italia! Il rimontone lo fa, a sorpresa, anche Matteo che con 9 punti in 5 gare aggancia Michele al secondo posto e lo trascina al decisivo spareggio per accedere alle semifinali!

Nel playoff Teo mette in campo l’esperienza e la cattiveria mentre Michele non riesce a motivare a dovere i suoi uomini che sono consapevoli di aver buttato via una qualificazione che avevano in pugno. L’esito della partita è quindi scontato, il Bombix la spunta senza troppa fatica, va subito sul 2-0 ed il 2-1 è solo il gol della bandiera per Michele che, già staccato in Campionato, comincia ad assaporare una stagione assai deludente. Matteo invece si rilancia e riesce a cambiare un po’ le sorti di un’annata che stava andando malissimo!

La prima delle due semifinali mette di fronte Davide e Matteo. Per il Bombix la Coppa è l’ultima spiaggia stagionale, se fallisce qui è finita per lui! La tensione si fa sentire per Matteo che non riesce mai ad entrare in partita contro un Davide che gioca in tranquillità, consapevole del fatto che anche se uscisse dalla Coppa sarebbe comunque in piena lotta Scudetto. L’andata, al “Capracanà”,  finisce 1-0 per Davide che ipoteca il passaggio del turno anche se il passivo sarebbe potuto essere ben più pesante! Il Bombix non trova il bandolo della matassa nemmeno al ritorno e non impensierisce mai un Davide che gioca a memoria, vince anche davanti ai suoi tifosi, al “Segrateu”, e per la prima volta nella sua storia raggiunge la finale di Coppa Italia PEG, colmando anche questa lacuna! Matteo deve arrendersi, ma la finale 3°-4° posto rappresenta comunque un bivio importantissimo per la valutazione finale della stagione.

Nell’altra semifinale si battono fino all’ultimo sangue due cavalli di razza della LegaPEG; il Presidente Stefano ed il vicepresidente vicario Daniele. Sia all’andata che al ritorno le due squadre buttano in campo cuore e polmoni! Al “San Dusty” Daniele fa l’impresa della vita e porta a casa il 2-1 esterno che sembra garantirgli finalmente la possibilità di giocarsi una finale secca ma Stefano è un avversario non ostico, impossibile! Il Presidente non è uno che si arrende ed è consapevole del fatto che la Stella Rossa può sempre combinare il patatrac. Al ritorno le gambe dei “Red devils” tremano assai mentre gli espertissimi giocatori del Pongotto giocano sul velluto! Il vero danno però lo procura proprio Daniele che lascia fuori i gol decisivi di Suazo e così consente al “Pongotto” di ribaltare il risultato dell’andata grazie ad un fantastico 2-0 al “Motta Biscotti Stadium”! Ancora una volta la “Stella Rossa” gioca per le posizioni di rincalzo mentre Stefano va a giocarsi la finale per il secondo anno consecutivo, un risultato di livello assoluto!

La finale per il 3° posto è una partita a senso unico; Daniele è demoralizzato per aver buttato via tutto nel ritorno della semifinale lasciando in panchina Suazo e scende in campo senza voglia, senza grinta. Matteo invece sa che questa è la sua unica possibilità per rendere meno amara la stagione e la sfrutta al meglio! Vanno a segno un po’ tutti nel Bombix che ottiene il 3° posto con un 3-0 nettissimo! Matteo è contento, Daniele con due quarti posti in un anno lo è decisamente meno! Chissà se in futuro avrà un po’ più di fortuna dalla sua.

La finale di Coppa vede una contro l’altra le due squadre più famose e vincenti della LegaPEG, uno scontro a dir poco epico tra Stefano e Davide. Per il calabrese si tratta della prima finale, anzi della prima volta tra le migliori quattro della Coppa. Fino all’anno scorso non era mai riuscito ad affrontare bene la competizione. Per il Presidente invece è la terza stagione di fila tra i semifinalisti (come il Milan 2005-2007) e la seconda finale consecutiva! Dopo la cocente delusione della passata stagione Stefano vuole a tutti i costi fare sua questa competizione, la dichiara “obiettivo principale dell’anno” e si vede, perché anche in finale il “Pongotto” scende in campo affiatato e convinto, Davide lo è molto meno, forse anche per l’emozione della prima finale! Gli uomini di punta del “Pongotto” (Doni, Toni e Rossi) dimostrano il loro valore e stendono il “La stiam vincendo” che si accontenta senza opporre troppa resistenza della seconda piazza, per la vittoria ci saranno altre occasioni. Il 2-1 finale decreta il vincitore; la Coppa Italia PEG 2006-2007 è di Stefano che con questo trofeo chiude lo slam ed è l’unico ad aver vinto tutte e tre le competizioni della Lega! A lui vanno i complimenti di tutti per aver caparbiamente voluto ed ottenuto questo trionfo!

Come sempre, per la cronaca, le altre posizioni sono state così occupate: Michele 5°, Gianni 6°, Ludovico 7°, Simona 8^, Francesco 9° e Andrea 10°. La prima edizione della classifica cannonieri di Coppa la vince Davide grazie a Zlatan Ibrahimovic, 10 gol in 10 presenze!

L’ultimo appuntamento dell’anno è, come di consueto (per l’ultima volta, dall’anno prossimo si giocherà nella stagione successiva), la Supercoppa Italiana PEG che vede lo scontro tra il Campione d’Italia; Gianni ed il vincitore della Coppa Italia; Stefano. Il clima è di grande festa per entrambe le squadre e la partita è giocata senza troppi patemi d’animo, soprattutto da parte del Presidente che avendo già vinto la Coppa in passato non dà troppo peso alla partita. Gianni ci tiene di più, lo dimostra sul campo e si merita ampiamente il successo! La doppietta è quindi dell’A.F.C. SemiPro che con il 2-1 finale corona una stagione indimenticabile! Una stagione appassionante e combattuta che ha visto tutte e 10 le squadre darsi battaglia costantemente, anche se per obiettivi diversi. Una grande annata di LegaPEG, speriamo che in futuro ci siano altre stagioni come questa!

 

Il 2007-2008 è l’anno della “Coppa dei Migliori DUSTY”! Come sempre sono tante le novità, la prima è il ritorno al giornale unico per il calcolo dei punteggi, l’esperimento ha riscosso critiche e favori ma alla fine si è deciso di tornare all’antico. Altra grossa novità è l’aumento della quota di iscrizione a 50€ con l’istituzione di diversi nuovi premi. Le Supercoppe (Italiana ed Europea) si giocheranno l’anno successivo e non più all’ultima giornata della stagione. Il regolamento acquisisce ancora una volta punti nuovi e diventa ormai attendibilissimo e ai limiti della perfezione anche se, a stagione in corso, qualche magagna viene ancora fuori. Inoltre, per la prima volta in assoluto, vengono effettuate le conferme! Come detto, però, la novità più importante è l’inizio della “Coppa dei Migliori DUSTY”, competizione nuova che appassionerà grandi e piccini con la sua formula particolarissima. Siamo tutti curiosi di vedere che sarà!

Grande stagione il 2007-2008! La Coppa dei Migliori vede affrontarsi sei grandi club: Stefano, Davide, Daniele, Francesco, Gianni e Ludovico che riesce ad ottenere il pass per l’ammissione solo dopo aver giocato due volte il preliminare contro un’osticissima Simona! I sei presidenti si danno battaglia a viso aperto e subito nel girone il Dejan 100 di Davide e la Stella Rossa di Daniele dimostrano di essere superiori a tutti gli altri. Dopo una grande volata accedono alle semifinali anche Stefano e Gianni (per 0,5 punto su Francesco proprio all’ultimo scatto) assieme ai già citati Davide (1°) e Daniele (2°)! Il Presidente di Lega si presenta come favorito nonostante il girone sottotono, solo per il grande blasone che il suo nome si porta dietro e per la fama di perdente della Stella Rossa ma questa volta Daniele non ha più voglia di perdere e la squadra di Stefano non è più quella imbattibile di un tempo! Così la Stella Rossa va in finale a sorpresa mentre il Dejan 100 strapazza i Campioni d’Italia del Bar Cellona ed ancora una volta gioca una competizione da protagonista. Anche in finale Daniele è dato a 100 dai bookmakers, ma è la sua stagione e TADDEI (capitano in mancanza di Kaladze) realizza la rete decisiva che regala alla Stella Rossa il primo trofeo della sua storia (era ora!) e può sollevare al cielo la Coppa dei Migliori DUSTY! Un trionfo assolutamente inaspettato, arrivato dopo aver sconfitto le due squadre più accreditate del tabellone, Davide e Stefano, insomma un grande trionfo assolutamente meritato! Mentre Daniele va a vincere, Stefano riesce a conquistare il 3° posto ai danni di Gianni. Intanto Francesco chiude 5° e Ludovico 6°!

Ovviamente, però, non c’è stata solo la grande novità della Coppa dei Migliori ma anche le altre solite competizioni; il Campionato e la Coppa Italia, condite da vari premi, vecchi e nuovi!

Il Campionato vede la solita partenza a tutta di Davide con il suo Dejan 100 e poi un lungo periodo di maledizioni da parte di tutti nei confronti della fortuna veramente esagerata dello Zar di Francesco e Marina che vince una serie di partite 1-0 e subisce in generale pochissimi gol, ma la fortuna ha una fine e così pian piano lo Zar viene risucchiato dal gruppo ed allora ecco che spunta il Bombix F.C. di Matteo che balza in vetta e pian piano schianta tutte le avversarie anche con un certo merito. Nell’ultimo girone la squadra di Matteo fa la differenza mentre un gruppetto di inseguitori tra cui il solito Davide assieme a Francesco, Daniele ed il Campione d’Italia in carica Gianni si ostacolano a vicenda. A due giornate dal termine Matteo trionfa per la prima volta nella serie A ed infine legittima la vittoria con una serie di premi secondari. Porta a casa infatti i premi per il capocannoniere, la scarpa d’oro, il titolo d’inverno ed il miglior attacco! Alle sue spalle l’esperienza di Davide la fa ancora una volta da padrona superando gli avversari in volata e portando a casa sia il 2° posto sia il premio costanza, per lui sono 6 podi in 7 anni! Dietro di lui il Bar Cellona di Gianni Campione in carica, sul podio 3 anni su 3! Non gioiscono solo loro però ma anche Francesco, Daniele e Ludovico che si qualificano alla Coppa dei Migliori della stagione successiva! Incredibile delusione per la squadra di Stefano che per la prima volta nella sua storia si ritrova a lottare per evitare la retrocessione, inizialmente Andrea sembra spacciato, ma poi il suo gruppo si sveglia e se ne va. A lottare rimangono Stefano e Simona, alla fine l’orgoglio del PongoIlCane ha la meglio e la retrocessione è, per la prima volta, di Simona. La squadra di Stefano si prende il Premio Simpatia, amara soddisfazione…

Nella Coppa Italia PEG il detentore del titolo, Stefano, vuole assolutamente bilanciare un Campionato che non riserva soddisfazioni ed in un girone di ferro con la bestia nera Matteo (futuro Campione d’Italia), il solito immarcescibile Davide e la coppia di mine vaganti Andrea e Michele  parte subito a tutta assieme ad un infermabile Bombix F.C.! I due ammazzano le avversarie e quindi anche il girone, l’unico che cerca di tenere il passo è Michele che però poi s’imbambola e chiude malissimo, Davide invece inizia col piede sbagliato e si sveglia troppo tardi, porta a casa buoni risultati ma ormai non c’è più niente da fare, Stefano e Matteo passano il turno e si sfidano in uno spareggio per il primo posto, ai rigori la spunta il PongoIlCane. Stefano 1°, Matteo 2°.

Nella south conference la lotta è decisamente più accesa, il Vespa Club di Simona sembra ipotecare il passaggio del turno durante il girone di ritorno mentre l’Athletic Angloma di Ludovico pare essere l’unica squadra praticamente spacciata, invece non è così per nessuno dei due! Tra di loro in classifica si battono senza esclusione di colpi lo Zar di Francesco, la Stella Rossa di Daniele ed i Campioni d’Italia del Bar Cellona di Gianni! Ad una sola giornata dal termine le cinque squadre sono racchiuse nello spazio di 4 punticini. Daniele batte Gianni al Barnabeu e di fatto lo elimina senza ottenere nulla in cambio, per Gianni l’ultimo posto è clamoroso, intanto il Vespa Club si ammazza di gol con l’Athletic Angloma ed alla fine la spunta 3-2 ed ottiene la rivincita del preliminare di Champions di inizio stagione! Lo Zar di Francesco perde in casa ma grazie ai risultati degli altri passa lo stesso e porta ancora più avanti una stagione fino a questo momento da incorniciare! Simona 1^, Francesco 2°!

Nelle semifinali Francesco sfida Stefano mentre Simona se la deve vedere con Matteo.

I primi due danno vita ad uno dei doppi confronti più brutti della storia… Stefano cerca di risollevare una stagione e di difendere il titolo con i denti mentre Francesco gioca male ma gli alti e bassi sono un po’ una caratteristica della sua stagione. L’andata finisce 1-0 per lo Zar ed al ritorno il PongoIlCane riesce a recuperare il risultato con un identico 1-0, si va alla somme dei punteggi delle due partite e solo così Francesco porta a casa la vittoria ed arriva in finale per la seconda volta nella sua storia per cercare di riportare a casa la Coppa Italia dopo 4 anni, Stefano è fuori e per lui la stagione è fallimentare, il titolo è perso, non resta che sperare di vincere la finalina per il 3° posto.

Matteo e Simona fanno decisamente meglio, le due partite di semifinale sono un vero spettacolo! All’andata le due squadre si controllano senza disdegnare l’attacco e chiudono 1-1 al Segrateu, un risultato che mette il Vespa Club in leggero vantaggio per il ritorno. Al Motta Biscotti Stadium Simona va in fuga alla grande con 3 gol (Kakà, Vieirà e Pandev) e sembra andare dritta dritta in finale, ma la stagione del Bombix è davvero super e Del Piero rilancia Matteo con una super gara! Il Bombix riesce ad agguantare un clamoroso 3-3 in trasferta che gli regala la finale solo grazie alle reti fuori casa. Anche Matteo potrà quindi cercare di vincere la sua seconda Coppa mentre Simona, ancora una volta, cade sul più bello e non le rimane che cercare di vincere il match con Stefano per ottenere almeno un po’ di gloria…e così è! Nella finalina Simona riesce a farsi valere e porta il Vespa Club finalmente su un podio importante! Per il PongoIlCane è l’ennesima mazzata di una stagione che ha visto solamente momenti bui!

I due finalisti sono Matteo e Francesco ed ognuno dei due ha l’occasione di vincere la sua seconda Coppa Italia. La partita è a senso unico, Donadel ed un super Del Piero (tripletta) stendono lo Zar e consegnano al Bombix un grande trionfo che significa primo storico double nella storia della LegaPEG! Francesco esce comunque soddisfatto da una finale persa, ma raggiunta per un pelo, Matteo invece corona una stagione stupenda meritandosi questa grande vittoria!

Nelle parte bassa del tabellone l’S.P. Alex&Dusty di Andrea è la migliore delle deluse e chiude 5^ battendo in finale Ludovico (6°), per la Stella Rossa Campione d’Europa c’è un deludente 7° posto, ancora più deludente Davide 8° che ancora una volta fallisce la Coppa. Spettacolare la finale per evitare la retrocessione nella quale la spunta Michele che chiude quindi 9° relegando all’ultimo posto il Bar Cellona di Gianni.

A fine stagione, poi, ecco lo scossone! A causa di un comportamento scorretto durante la stagione da parte di Matteo, un folto manipolo di Presidenti si oppone alla conferma del Presidente valdostano e così la decisione non può essere che una, l’esclusione del Bombix F.C. dalla LegaPEG con effetto immediato! È uno scossone pesante che segnerà il proseguo della nostra storia ed inoltre consente ad Andrea e Michele di giocarsi un preliminare per la Best Cup e a Davide di accedere alle due Supercoppe ancora da disputare…

Matteo è stato un ottimo Presidente che ha onorato la Lega per ben 5 stagioni impegnandosi sempre al massimo, alcuni suoi comportamenti sono stati discutibili e questo ha causato l’esclusione. Decisione probabilmente giusta, ma sofferta! A sostituirlo sarà Fernando Josè Azocar Cubillos, il primo straniero della nostra Lega. Ora non ci manca davvero più niente!

 

Come di consueto anche il 2008-2009 presenta una serie di piccole novità, oltre all’ingresso del cileno Azocar, scossone della Lega, arrivano per la prima volta le Supercoppe dell’anno precedente (per la Supercoppa Europea è l’esordio) all’inizio della stagione e con un minimo di giocatori della rosa dell’anno precedente in campo, una formula tutta nuova che si avvicina alla realtà e che, siamo certi, nessun’altra Lega al mondo ha. Nasce un nuovo piccolo premio, il “Premio Goleador”, che viene assegnato alla squadra che schiera più gol, cambiano alcune piccole regole di svolgimento dell’asta e si ampliano di altri 2 giocatori le rose. Molto importante il cambio di calendario, le coppe iniziano prima e finiscono prima. Viene rivista la regola delle conferme anche se le basi restano le stesse. Le modifiche più importanti però riguardano sicuramente l’aumentata severità nella consegna delle formazioni (1 sola mancanza consentita) ed il cambio delle regole della panchina che vengono decisamente semplificate. Insomma come sempre il regolamento muta ma la passione rimane la stessa, la parola ai Presidenti ed alle loro squadre…

La prima grande decisione dell’anno arriva già durante l’asta, la Supercoppa Europea viene assegnata a tavolino alla Stella Rossa di Daniele, la cosa non è fantastica ma data l’assenza di Matteo (vincitore del Campionato) la vincitrice della Coppa dei Migliori decide di prendersi il trofeo e diventa il Club più titolato al mondo…

Differentemente la Supercoppa Italiana se la giocano di diritto i secondi classificati di Campionato e Coppa. Davide e Francesco si ritrovano così a giocarsi una Coppa inattesa ed il solito Davide mette in campo la concretezza che tutti conoscono e con Ibrahimovic ed un sorprendente Paolucci strapazza lo Zar, si prende la sua prima Supercoppa e diventa sempre di più la squadra più grande della Lega anche se il record di Scudetti rimane sempre saldamente nelle mani del Genoa della LegaPeg, Stefano!

Carina, comunque, la nuova formula della Supercoppa con le finaliste chiamate a schierare almeno 6 giocatori della rosa dell’anno precedente e bella anche l’idea di giocarla ad inizio anno anziché nelle ultime assurde giornate del Campionato, quando molte squadre di Serie A schierano giocatori a caso.

La seconda edizione della Coppa dei Migliori DUSTY inizia con il preliminare tra Il Geko (SA) di Michele e l’SP Alex&Dusty di Andrea che non avrebbero dovuto giocare questo match dal momento che erano fuori dalla Coppa, l’esclusione di Matteo ha però aperto nuovi orizzonti. Nessuna delle due squadre ha mai partecipato alla Best Cup quindi si battono entrambe per qualcosa che ancora non conoscono bene, Andrea mette in campo qualcosa di più contro un Michele decisamente impaurito. Adriano e Kuzmanovic decidono il match e l’SP va quindi ad aggiungersi ai già qualificati Davide, Francesco, Ludovico, Gianni oltre ovviamente al Campione d’Europa in carica Daniele!

Il girone non riserva grandi sorprese a parte il fatto che una squadra messa male come quella di Francesco riesca a staccare tutte le avversarie… le posizioni si delineano subito e lo Zar chiude in vetta resistendo senza troppi problemi alla timida rimonta dell’SP Alex&Dusty lanciato alla grande dopo il preliminare, 3° è Davide che passa agevolmente il turno senza strafare mentre un minimo di patema ce l’ha l’Olimpia F.C.C. di Gianni che comunque arriva 4^ e va in semifinale! Malamente fuori l’Athletic Angloma (come l’anno scorso) e a sorpresa il Campione in carica Daniele che non riesce a difendere il titolo come avrebbe voluto ma si è goduto comunque un anno da Campione d’Europa e non è una cosa da poco. Le due semifinali sono diametralmente opposte; nella prima si sfidano lo Zar e l’Olimpia F.C.C. ed il timore la fa padrone, alla fine lo Zar che aveva stupito nel girone crolla anche a causa all’assenza di tutti i portieri e Gianni riesce a portare a casa un doppio 1-0 piuttosto squallido che però consegna ancora una volta il barista agli annali. Nella seconda semifinale si danno botte da orbi Andrea e Davide ma tra i due esce decisamente malconcio il buon Davide che ancora una volta deve fare i conti con la sua bestia più nera che lo saccagna 2-0 in casa e poi lo punisce senza pietà con dei contropiedi micidiali nel ritorno, 4-3 per l’SP e finale storica per lui! Davide, dopo la finalissima persa nel 2007/2008 esce deluso anche quest’anno dalla competizione più prestigiosa. In finale il superfavorito, dopo le ottime prove in semifinale,  è Andrea che però arriva stanchissimo dal preliminare e ha dovuto dare il meglio di se per eliminare un avversario tosto come l’Applausi x Ibra e per cercare di arrivare primo nel girone mentre Gianni si è qualificato alle semifinali senza fare troppa fatica e poi ha avuto vita facile contro lo Zar. La freschezza in finale fa la differenza e Totti, Cavani e addirittura Palombo esaltano questa differenza! Andrea prova a reagire ma trova solo il gol della bandiera. La finale, partendo dal preliminare, è comunque un grande risultato e l’esperienza sarà utile per gli anni a venire. Gianni invece dopo aver stupito tutti vincendo uno Scudetto prestissimo diventa addirittura Campione d’Europa, non ci sono più parole per descrivere il talento di questo Presidente!

La Coppa Italia PEG è meno avvincente anche se regala comunque al pubblico sprazzi di grande fantacalcio! Il girone nord è combattutissimo con cinque squadre su cinque in lotta costante e attacchi da capogiro rispetto al girone sud. Alla fine l’Applausi x Ibra riesce a prendere il largo e chiude in testa mentre le altre si scannano negli ultimi turni. Alla fine si ritrovano a pari punti Daniele, Ludovico e Stefano con il povero Gianni relegato all’ultimo posto. Lo spareggione è equilibratissimo, tutti temono di perdere ed alla fine si va tutti assieme ai calci di rigore dove la precisione dal dischetto e la freddezza premiano il Pongo IlCaneBao e Stefano che raggiunge così le semifinali per il 5° anno consecutivo!

Il girone sud è meno spettacolare e meno equilibrato, Michele parte male ma poi riesce ad ingranare ed il suo Geko (SA) chiude in testa e passa alle semifinali con un turno d’anticipo! Per il secondo posto utile battagliano Andrea e Simona fino all’ultimo minuto con Francesco che cerca di rientrare ma non ci riesce mai mentre il Colo Loco si chiama fuori fin da subito infilando una serie record di 8 sconfitte consecutive con una media di oltre 3 gol subiti a partita! Tra l’SP e l’M.P. alla fine la spunta la squadra che più ha meritato nel corso di tutto il girone, rimanendo anche in testa per diverse settimane, l’SP Alex&Dusty che dopo la finale di Coppa dei Migliori cerca gloria anche in Coppa Italia mentre Simona si prepara ad assorbire un’altra stagione di delusioni.

Nelle semifinali si incrociano Andrea con Davide e Stefano con Michele. La partita doppia tra il Pongo IlCaneBao ed Il Geko (SA) non è di certo spettacolare, tutti si aspettano il Presidente di Lega in finale dall’alto della sua grande esperienza ma così non è perché Michele da sempre in Coppa tira fuori il meglio di se ed ecco che, dopo lo squallido 0-0 dell’andata, Il Geko trionfa 2-1 con merito al ritorno grazie a Pazzini ed al buon Sorrentino e chiude il conto qualificandosi per la sua terza finale. Delle due precedenti una è già stata vinta proprio contro Stefano! Michele è il primo a giocare 3 finali di Coppa Italia! Nella seconda semifinale l’SP Alex&Dusty dà spettacolo contro un Applausi x Ibra comunque mai domo! L’Andata è la partita dei record, l’8-2 col quale Andrea strapazza Davide è un risultato mai visto prima, nessuno aveva mai fatto più di 7 gol! Le reti di DI VAIO (3), F. INZAGHI (3), SIMPLICIO e CHIELLINI stendono Davide, il ritorno è solo una formalità, Andrea mette in campo le riserve e la primavera mentre Davide ci prova davvero dimostrando una grandissima professionalità! L’Applausi vince 3-0, il risultato ovviamente non è sufficiente ma i tifosi escono dallo stadio soddisfatti per aver visto la loro squadra giocare un bel calcio! Andrea gioca la sua seconda finale per cercare di vincere finalmente questa benedetta Coppa Italia!

Nella finale per l’ultimo piazzamento utile sul podio la sfida è tra due grandi squadre della Lega; Davide e Stefano! Il favorito sembra essere Davide per il gioco espresso nelle semifinali ma Stefano mette in campo grinta ed esperienza e chiude con un perentorio 1-0 prendendosi una bella consolazione dopo la semifinale persa e torna su un podio di prestigio dopo le delusioni del 2007/2008, Davide rimane fuori dal podio ma resta comunque in corsa per il Campionato e si è già piazzato in Best Cup.

Bella la finale tra Andrea e Michele! Dopo il fenomenale record stabilito in semifinale contro Davide e venendo da un’ottima serie di risultati l’SP scende in campo da favorita d’obbligo del torneo anche se Michele tiene botta grazie alla sua consolidata esperienza in Coppa. purtroppo per Andrea esattamente come nella finale di Coppa dei Migliori la squadra scende in campo imballata e spenta mentre Michele, così come aveva fatto Gianni in Best Cup, motiva alla grande i suoi ragazzi e così l’impatto con la partita è decisamente diverso da quello dei ragazzi di Andrea. Il 3-0 finale è un risultato nettissimo e addirittura peggiore di quello portato a casa da Andrea nella finale di Best Cup! L’SP Alex&Dusty si dispera per quella che poteva essere una stagione trionfale e diventa invece la stagione dei rimpianti anche se Andrea rimane ancora in corsa in Campionato. Il Geko (SA) invece vince la sua seconda Coppa Italia e si qualifica per la prima volta alla Coppa dei Migliori, un risultato del tutto inatteso all’inizio dell’anno che consegna Michele agli annali della LegaPeg!

Le altre si piazzano nel seguente ordine: Ludovico 5°, Simona 6^, Francesco 7° e Daniele 8° mentre Gianni riesce a malapena ad evitare il secondo ultimo posto consecutivo nella finale con Fernando che è 10°!

Il Campionato 2008/2009 è davvero avvincente, per tutta la stagione si avvicendano in testa squadre diverse e non si riesce mai a capire chi davvero possa fare la differenza, quando qualcuno sembra dare l’impressione di poter prendere il largo, di colpo crolla e addirittura una squadra che ad un girone dal termine è ad oltre 10 punti dalla vetta e nella parte bassa della classifica riesce clamorosamente a recuperare tutti fino a diventare la favorita del torneo…per poi crollare puntualmente non appena i favori del pronostico passano dalla sua parte.

L’inizio del Campionato è quanto mai indeciso, di solito siamo abituati a vedere Davide scattare in testa subito nelle prime giornate indipendentemente dalla tenuta o meno, quest’anno invece Davide e Stefano stanno in un angolo (almeno inizialmente) e si alternano in testa prima Ludovico, poi Andrea, Michele, ancora Andrea, Simona, Daniele e di nuovo Andrea! Passa poi al comando Gianni ed inizia il vero Campionato con un gruppetto ristretto di partecipanti che prendono il largo rispetto ai distaccati Francesco, Fernando, Ludovico, Simona, Davide e Michele che sembrano tutti fuori dai giochi, in realtà lo sono tutti tranne un paio! L’Olimpia di Gianni rimane in vetta a lungo tentando anche la fuga raggiungendo un vantaggio massimo di 4 punti. Proprio all’altezza della metà della stagione però Andrea effettua il sorpasso e vince il titolo di Campione d’Inverno per un pelo, in volata, con Stefano che finalmente torna ai vertici in Serie A dopo anni difficili. Appena dopo il titolo vinto da Andrea il buon Gianni riprende il comando per un paio di settimane prima di essere nuovamente scalzato dal Presidente di Lega Stefano che torna in vetta in solitaria dopo anni di assenza, il Presidente tenta anche la fuga ma quest’anno andare via è impossibile, così intanto tra un sorpasso e l’altro il buon Davide si riporta clamorosamente in corsa per il titolo e a tre quarti di stagione l’Applausi x Ibra si porta per la prima volta in vetta e per il titolo sembrano concorrere Davide, Stefano, Daniele, Andrea e Gianni, ma la sorpresa è dietro l’angolo infatti dopo aver incassato ben 6 sconfitte consecutive eguagliando il record negativo della storia, Il Geko (SA) di Michele infila una straordinaria serie di 7 vittorie consecutive e si porta non solo in seconda posizione ma quasi al comando mentre Daniele e Gianni pian piano crollano ed abbandonano i sogni di gloria, soprattutto Daniele che alla fine non si ritrova in mano nulla di più del preliminare di Champions da giocare contro una Simona che, nella volata finale, riesce ad avere la meglio su Ludovico. Intanto nelle retrovie più lontane Francesco riesce a distanziare Fernando dopo una stagione di stenti e dopo essere rimasto all’ultimo posto per molto tempo, così il Colo Loco si piazza ultimo e retrocede senza poter replicare. La doppia retrocessione porterà Fernando alla decisione di abbandonare la LegaPEG. Mentre queste squadre si piazzano nelle posizioni di coda là davanti Davide, Stefano, Michele e Andrea si giocano la volata finale! Michele sembra lanciato verso il trionfo dopo la grande rimonta ma inciampa proprio nel finale e da il via libera a Davide che con la sua grande esperienza si porta a casa prima la certezza del settimo podio in otto anni e poi addirittura il suo 2° Scudetto! Un risultato clamoroso! Alle sue spalle Michele inciampa e si fa agguantare da Stefano e Andrea che si devono quindi giocare uno spettacolare spareggio a tre per i due posti rimasti sul podio. L’esperienza è dalla parte di Stefano che carica al meglio i suoi e gioca uno spareggio indimenticabile e, trascinato dal capitano Doni, realizza 5 gol e stende gli avversari portandosi così a casa un 2° posto che, con una squadra così giovane e sperimentale, è un risultato memorabile! Michele viene ripagato della sua grande rimonta ed ha la meglio su Andrea ottenendo così il suo primo podio della storia in una stagione che gli ha regalato davvero tante soddisfazioni! Andrea invece dopo le grandi delusioni delle Coppe si porta a casa anche la medaglia di legno in Campionato e tanta delusione nonostante una stagione che rimarrà comunque difficilmente ripetibile.

Anche quest’anno a fine stagione arriva la solita notizia bomba, anche se meno clamorosa di quella dell’anno precedente; lo straniero e debuttante Fernando dopo un’annata deludentissima culminata con la doppia retrocessione decide di abdicare e dà immediatamente l’addio alla LegaPeg che gli augura comunque tutto il bene possibile e lo ringrazia per la professionalità con la quale ha portato comunque a termine una stagione così difficile, un’annata che ha visto la consacrazione di Michele ed il nuovo grande trionfo di Davide, il ritorno al top del Presidente Stefano e di Andrea, la caduta del Campione d’Europa Daniele e l’ennesima grande sorpresa di Gianni! L’anno nuovo però metterà di nuovo tutte le squadre sulla stessa riga di partenza e porterà l’ennesima bordata di novità.

 

Il 2009/2010 inizia subito con la novità del nuovo concorrente che alla fine risulta essere il nerazzurro Gianluca Fonte che si prende anche il ruolo di Presidente più giovane della LegaPEG. Per la prima volta in assoluto il Presidente più giovane non sarà più il presidentissimo di Lega, Stefano! Altre piccole novità, come sempre, vengono apportate al regolamento. Tra queste le più importanti risultano essere l’eliminazione della cosiddetta “primavera”, esperimento durato qualche anno ma mai decollato, l’aumento del numero massimo di giocatori in rosa a 35 e soprattutto una piccola rivisitazione dei montepremi con l’abolizione di un paio di premi per i bomber (rimane solo il classico capocannoniere di Campionato) e l’istituzione di un nuovo premio a colui che sarà più capace di individuare, ogni settimana,  un capitano all’altezza…

Come sempre la stagione inizia con l’assegnazione degli ultimi trofei relativi all’annata precedente, si inizia con la Supercoppa Italiana che vede opposti Davide e Michele in una partita che entra nella storia. Le due squadre impattano sul 2-2 con Davide che acciuffa il pareggio per un pelo, inizia una interminabile lotteria dei rigori che, dopo i 22 tiri dal dischetto, vede l’assegnazione del trofeo al Geko (SA) di Michele solo grazie al maggior numero di punti realizzato (73 a 71)! Per Michele si tratta del primo successo in Supercoppa Italiana dopo la finale persa contro Andrea nel 2005/2006 e di un ottimo inizio di Stagione che sarà confermato nel corso dell’anno! Per Davide è invece la seconda finale di Supercoppa persa consecutivamente dopo la delusione del 2007/2008 contro il Bombix F.C. di Matteo…lo “Zeru Tituli”, per ora, rimane tale.

Pochi giorni dopo è la volta della seconda edizione della Supercoppa Europea, detenuta dalla Stella Rossa di Daniele. Anche qui è Davide a giocarsi la Coppa, questa volta contro Gianni, Campione d’Europa. Non c’è partita, Totti e Palombo lanciano l’Olimpia F.C.C. che realizza 3 reti contro uno spento Davide che perde la seconda finale in due settimane e rimane ancora una volta a secco di Supercoppe con 3 finali perse su 3! E lo “Zeru Tituli” continua ad essere confermato… Gianni invece chiude il cerchio dei titoli europei come aveva fatto Daniele ed è l’unica squadra ad aver vinto almeno una volta Campionato, Coppa Campioni ed entrambe le Supercoppe confermandosi specialista in finali, 3 su 3! Gianni però si illude perché la sua stagione non sarà così allettante.

Del Campionato parleremo poi, la Coppa Italia 2009/2010 è una competizione pazzesca! La Coppa più assurda che si sia mai giocata nella storia della LegaPEG! Nel girone nord Simona, Gianni, Daniele, Gianluca e Andrea realizzano un totale di soli 55 gol mentre nel girone sud Davide, Francesco, Ludovico, Michele e Stefano regalano autentico spettacolo realizzando un totale di ben 73 reti! Le assurdità però non sono finite qui, anzi sono appena iniziate, nello scarso girone nord la squadra migliore è l’SP Alex&Dusty 79 che in dieci giornate realizza 15 reti (uno dei migliori attacchi della Coppa) eppure in un girone così scadente riesce ad arrivare ultimo! Come sia possibile non si sa, ma è così. Le assurdità continuano andando a vedere che lo Gnammi Gnammi di Simona e Gianluca hanno i due peggiori attacchi della competizione e si qualificano alle semifinali con il 1° ed il 2° posto nel girone! Sembra incredibile che una squadra che ha realizzato otto gol in dieci giornate riesca ad arrivare prima nel suo girone, ma è così! Continuano le assurdità, nel girone sud ci sono i due miglior attacchi della Coppa; Ludovico e Stefano. Ebbene se ne vanno tutti e due a casa senza possibilità di riscatto mentre passano il turno un comunque meritevole Davide e proprio quella che sembrava essere la squadra materasso del girone, lo Schizzo di Francesco.

Vengono quindi eliminate squadre assai meritevoli come quelle di Andrea, Ludovico e Stefano (assieme a loro vanno a casa anche Daniele, Gianni, ed il Campione in carica e futuro Campione d’Italia Michele) mentre accedono alle semifinali il meritevole Zeru Tituli di Davide, il grintoso Schizzo di Francesco, la debuttante Zanna4ever di Gianluca e la sorpresa mista all’assurdo Simona, con il suo Gnammi Gnammi!

Nella finalina per evitare la retrocessione il ProPongo B.A.O. di Stefano ce la mette tutta per evitare la sua prima retrocessione e condanna un mai domo SP Alex&Dusty 79 ad essere l’unica squadra 2 volte ultima nella storia della Coppa Italia PEG. Memorabile il 3-4 della finale di andata! Sicuramente due squadre che non meritavano una fine simile in questa competizione! Nelle altre finaline spiccano il fortissimo Athletic Angloma di Ludo che chiude 5°, uscito immeritatamente dalla Coppa ed il futuro Campione d’Italia, Michele, che arriva 6°. Al settimo ed ottavo posto arrivano la Stella Rossa di Daniele ed un Gianni che in Coppa Italia non è ancora riuscito a fare meglio di un 6° posto.

Le semifinali sono, come sempre, emozionanti. Francesco sfida Simona, l’esperto ma perdente in coppa, Davide, sfida il debuttante Gianluca! Dopo la gara di andata Simona sembra andare verso l’ennesima delusione della sua carriera fantacalcistica visto il 2-1 a favore dello Schizzo che la Coppa l’ha già alzata qualche anno fa, nel ritorno però lo Gnammi Gnammi tira fuori l’orgoglio e la voglia di vincere una Coppa prima dell’addio. Finalmente l’uomo più pagato dell’anno, ETO’O, dimostra quello che sa fare e dà dimostrazione della sua capacità di lasciare il segno proprio quando la posta in palio si fa pesante, la sua doppietta ed il gol di Riise schiantano uno spento Francesco e regalano a Simona la sua prima storica finale! L’inesperienza invece presenta il conto a Gianluca, il suo Zanna4ever non entra mai in partita contro un Davide che non fa grandi cose ma non perde mai il controllo del confronto. La semifinale per lui risulta facile e così anche per Davide è il momento di andare a giocare la prima finale di Coppa Italia della sua storia, se vincesse sarebbe la seconda squadra, dopo Stefano, ad aver vinto tutti e 3 i trofei che contano!

Nella finalina arriva l’ennesima sorpresa di questa Coppa Italia, l’esperto Francesco non riesce a farsi valere contro il debuttante Zanne4ever di Gianluca che trionfa ai rigori e porta a casa un piazzamento alla prima partecipazione, meglio di lui al debutto hanno fatto solamente Matteo (2° in Campionato) e Gianni (3° in Campionato). Un buon inizio per il ragazzetto della LegaPEG, da qui deve partire per ottenere grandi risultati negli anni a venire!

La finale è l’ultima delle tante sorprese di questa edizione della Coppa Italia. La partita è combattutissima ma alla fine Davide soccombe sotto i colpi, in rimonta, di De Silvestri e Thiago Motta! Il 3-2 è un risultato clamoroso che significa ennesima conferma dello “Zeru Tituli” di Davide che però di anno in anno sta migliorando il suo piazzamento in Coppa, il progetto è di riuscire a vincerla, questa volta ci è arrivato ad un passo, chissà che il 2010/2011 non sia l’anno buono… Per lo Gnammi Gnammi invece significa vittoria proprio dopo l’annuncio dell’addio alla Lega! Simona ci ha messo 5 anni ma alla fine è riuscita a mettere il suo nome nell’albo d’oro di una delle grandi competizioni della LegaPEG! Tutti i Presidenti festeggiano per la sua vittoria, è sempre bello abbracciare un nuovo “titolato” in Lega!

La Coppa dei Migliori 2009/2010 vede ai nastri di partenza il Campione in carica Gianni assieme ai grandissimi Davide (Campione d’Italia e sempre presente in Best Cup), Michele (vincitore della Coppa Italia), Andrea e Stefano. Prima di iniziare c’è da giocare un preliminare in famiglia tra Daniele e Simona. La partita è caratterizzata dalla paura e dal rispetto reciproco, alla fine però la classe di Eto’o e Crespo decide il match che Simona vince per 1-0 qualificandosi così alla sua prima Coppa dei Migliori mentre Daniele, dopo la vittoria della prima edizione, continua la sua fase calante; dopo l’ultimo posto dell’anno scorso ecco l’eliminazione nel preliminare.

Il girone di Coppa dei Migliori è avvincente e, come sempre, molto diverso da tutte le altre competizioni. L’unica squadra che non riesce a lasciare il segno è quella di Andrea che parte subito male e non riesce mai ad entrare nelle quattro posizioni utili per il passaggio del turno mentre le altre cinque squadre si scannano per ottenere un posto nelle semifinali. Davide punta sulla costanza ed alla fine si qualifica senza grossi problemi al primo posto del girone, Simona parte male ma poi gioca 4 ottime tappe e chiude seconda nel girone. Michele, Gianni e Stefano si battono alla pari tra alti e bassi, alla fine la lotta è punto a punto, la spuntano Michele grazie ad un’ultima tappa super e Stefano nonostante una seconda parte di girone in fase calante. Gianni nell’ultima tappa prova a fare il rimontone ma 2,5 punti lo condannano all’eliminazione, è il secondo Campione in carica su due (dopo Daniele nella stagione precedente) ad essere eliminato direttamente nel girone!

Le semifinali mettono Simona di fronte a Michele e Davide di fronte a Stefano. Nella prima la nostra primadonna, già futura ex, cerca il primo titolo in Lega non sapendo che presto vincerà la Coppa Italia ma Michele in questa stagione è scatenato e la distrugge sia all’andata che al ritorno, 2-0 in casa e 3-1 in trasferta sono risultati netti che portano Michele dritto alla sua prima finale europea. Simona ancora una volta accarezza un sogno ma poi si ferma sul più bello, insomma mamma Perego nonostante l’esperienza ormai accumulata non è ancora riuscita ad imparare ad affrontare le pressioni! La seconda semifinale è uno spettacolo, una sfida storica della LegaPEG, Davide contro Stefano è stata la grande battaglia dei primi 4 anni della Lega e tutt’ora resta una sfida dall’immutato fascino, entrambi Presidenti puntano tutto su questa Coppa alla ricerca del primo titolo europeo, al Segrateu Davide impatta sul 2-0 grazie a Miccoli e Mascara e sembra ipotecare la finale ma, come sempre, chi dà per morto il Presidente di Lega prima dell’autopsia, sbaglia di grosso! Al San Dusty Stefano dà l’ennesima dimostrazione di forza, grinta e carattere. Rimette le cose in pari con un 2-0 grazie a Santana e Chevanton e vince grazie alla somma dei punti nelle due partite! Davide non ci ha capito niente ma ancora una volta deve inchinarsi alla supremazia di Stefano che nelle Coppe lo ha sempre battuto!

La finale per il terzo posto in Best Cup si gioca solo per la gloria, a Simona non interessa e praticamente non scende in campo, a Davide si. Lo Zeru Tituli vince 3-0 e così raccoglie il terzo podio in tre edizioni di Champions, senza mai vincerla. Lo “Zeru Tituli” è confermato ancora una volta…

La finalissima è tra Michele e Stefano, due squadre che in Coppa Italia hanno dovuto subire una cocente eliminazione ma in Campionato ancora lottano per posizioni importanti (soprattutto Michele). Stefano da anni ha dichiarato il suo enorme interesse per la Coppa dei Migliori DUSTY, unico trofeo che ancora manca nella sua bacheca (oltre alla Supercoppa Europea), Michele invece vuole tutto, ha costruito una grande squadra e non ha mai vinto molto, negli ultimi anni però i risultati sono arrivati ed il campano vuole raccogliere il massimo possibile in questo momento propizio! Stefano si presenta alla finale con una squadra rimaneggiatissima, 3 soli panchinari di cui solo uno “giocante”, Zambrotta, che entra ed alla fine il ProPongo B.A.O. ha la fortuna di giocare in 11. Michele è messo un po’ meglio, almeno a livello di indisponibili, però per lui la tensione è tanta. La squadra parte comunque benissimo e con Vargas e Gilardino sembra ipotecare una partita che sembra essere facile facile, come al solito però, con Stefano l’errore è quello di darlo per morto troppo presto. Il ProPongo si risveglia dal torpore e va a segno con Santana e Jovetic, rimonta lo svantaggio e impatta sull’1-1 andando ad un soffio dal colpaccio, 70.5 a 70! La partita si decide ai calci di rigore, a Jovetic risponde Vargas, poi Santana realizza mentre Diego sbaglia e Stefano passa in vantaggio, subito però Antonini sbaglia e Sardo porta nuovamente il risultato in parità, capitan Frey non sbaglia dal dischetto e poi ipnotizza Portanova, tocca a Criscito chiudere i conti ed il giovane laterale alla seconda stagione con Stefano non fallisce! Per Michele la delusione è cocente, dopo le due Coppe sfuggite non gli rimane altro che buttarsi anima e corpo sul Campionato, il salernitano comunque ha lottato fino all’ultimo e siamo certi che un giorno questa Coppa potrà essere sua. Quel giorno, per Stefano, è già arrivato e dopo tre anni il Presidente di Lega può coronare il suo sogno ed essere il primo nella storia ad aver vinto almeno una volta il Campionato, la Coppa Italia e la Coppa dei Migliori, ora non gli resta che vincere la Supercoppa Europea per non avere più spazi vuoti nella sua ricchissima bacheca!

Ed eccoci al Campionato 2009/2010, la competizione più importante in assoluto! Dopo le classiche prime giornate di assestamento inizia subito a delinearsi una classifica più chiara nella quale spiccano Il Geko (SA) di Michele, L’Athletic Angloma di Ludovico, lo Zeru Tituli di Davide e il ProPongo B.A.O. di Stefano, assieme a loro viaggia ad alta quota lo Zanna4ever del debuttante Gianluca! Durante tutto il secondo mini girone nelle prime cinque posizioni rimangono sempre e solo queste cinque squadre con Davide che cerca di tanto in tanto la fuga, sempre arginato dalle altre. Proprio all’ultima giornata utile il ProPongo B.A.O. passa in vetta alla classifica e si aggiudica il suo primo titolo d’inverno della storia! Intanto le altre 5 squadre del Campionato continuano a seguire la lotta a debita distanza con il solo Andrea intenzionato a colmare il gap ed entrare in corsa! Appena dopo la metà della stagione lo Zanna4ever inizia a calare il suo ritmo e a barcollare, regge ancora qualche giornata ma finalmente, dopo ben 16 giornate consecutive, alla ventiseiesima, il quintetto di testa cambia, Gianluca passa nella parte bassa mentre il mai domo Andrea si porta nelle posizioni che contano! Le cinque squadre di vertice non cambieranno più fino al termine della stagione! Dopo tanti tentativi di fuga, soprattutto da parte dello Zeru Tituli, è l’ultimo mini girone a decidere tutto. Nella parte bassa regna l’incertezza e si lotta per ottenere i due posti del preliminare di Best Cup 2010/2011, la favorita sembra essere Simona che però con un solo punto nelle ultime 4 giornate getta al vento tutti gli sforzi fatti, intanto un Gianluca totalmente allo sbando riesce ad evitare l’ultima piazza per il rotto della cuffia contro una Stella Rossa che quest’anno non è mai riuscita a farsi vedere e diventa la prima squadra della Lega ad essere arrivata ultima per due volte (la prima nel 2002/2003). Sono quindi Francesco e Gianni a raccimolare il maggior numero di punti e a piazzarsi al 6° e 7° posto conquistandosi così il diritto a partecipare al preliminare di Coppa dei Migliori e rendendo meno amara una stagione comunque da dimenticare per entrambi! La lotta per il titolo ed anche solo per il podio inizia a restringersi a 3 sole squadre già nel finale del terzo mini girone, il pluricampione d’Italia Stefano attraversa un momento di crisi, si allontana da Ludovico, Davide e Michele e viene raggiunto da Andrea con il quale si gioca il quarto posto, nel finale Andrea scatta e chiude quarto, per il ProPongo B.A.O. il quinto posto finale è indubbiamente deludente vista la stagione di vertice e la caratura della squadra. La battaglia per lo Scudetto è fantastica, l’Athletic Angloma di Ludovico è decisamente la squadra più forte, nell’ultimo girone cerca di fare il ritmo ma le altre due contendenti tengono botta e poi scappano via, la fortuna non aiuta Ludo che si vede costretto a lasciarli andare e ad accontentarsi del terzo posto e di una serie di piccoli premi (capocannoniere, attacco, costanza, goleador…) che rendono un po’ meno amara l’immeritata “sconfitta”. Le ultime giornate vedono quindi una battaglia memorabile tra Davide e Michele, proprio come era accaduto l’anno precedente (aveva trionfato Davide). All’inizio dell’ultimo girone Il Geko (SA) di Michele parte in tromba e raccoglie 5 vittorie consecutive che le regalano un vantaggio di 5 punti a tre sole giornate dal termine, i giochi sembrano fatti ma Michele perde un colpo mentre Davide non si arrende e si porta a -2. Alla penultima giornata lo Zeru Tituli vince un clamoroso scontro diretto in trasferta e si presenta in testa all’ultima giornata! Tutti ormai lo danno per favorito, Michele sembra andare a perdere l’ennesima occasione, ma accade l’inaspettato, Il Geko (SA) batte Daniele mentre la “ritirante” Simona vuole chiudere in bellezza la sua avventura in Lega e blocca clamorosamente sul 2-2 Davide che così perde l’occasione di raggiungere Stefano in vetta alla classifica dei plurivincitori della Serie A. Michele si vendica della passata stagione e riesce, finalmente, a diventare Campione d’Italia! Tutta la Lega si felicita con lui per il meritatissimo e sudatissimo risultato, è sempre belle vedere uno dei soci fondatori portare a casa il suo primo Titolo Italiano!

Si chiude quindi una stagione storica, come ogni anno le sorprese non sono mancate, ci si è divertiti, si è lottato con grinta e rabbia ma rimanendo sempre nei limiti del totale rispetto reciproco! Qualcuno ha esultato per la prima volta, Michele dopo 10 anni è riuscito a vincere il suo primo Scudetto, Stefano ha abbattuto ogni tabù andando a vincere anche la Coppa che gli mancava, Davide ha confermato la sua immensa forza andando a lottare su tutti i fronti, senza però vincere niente! Simona ha dato il suo addio alla Lega dopo cinque stagioni con una grande vittoria in Coppa Italia, Gianluca ha debuttato alla grande, qualcun altro ha assaporato solamente delusioni ma non demorde… Come sempre non vediamo l’ora di iniziare la nuova stagione per assaporare di nuovo tutte queste fantastiche sensazioni!

 

Si arriva al 2010/2011, è il decennale della LegaPeg! Quando è iniziato “Lo strano percorso” della nostra Lega, nessuno ci avrebbe scommesso, visti i tentativi precedenti andati a finire a scatafascio, eppure ci siamo arrivati! E’ stato un percorso bellissimo durante il quale la Lega è diventata fantastica, organizzata e avvincente! Il sito internet è ormai una realtà ed anche quest’anno si presentano interessanti novità; su tutte l’ennesima sostituzione di uno dei partecipanti, la nostra primadonna, Simona, abbandona la Lega a causa dei bellissimi problemi dati dalla nascita del secondo “Omino incredibile”! Saluta con il trionfo in Coppa Italia e tutta la Lega la abbraccia affettuosamente! Allo stesso modo si abbraccia anche il debuttante Mirko, amico di Gianni che aumenta il numero dei rappresentanti della Caffetteria Ateneo e dei milanisti!

A livello di regolamento i cambiamenti di maggior interesse riguardano la sostituzione del “Premio Capitani” (esperimento poco riuscito) con il nuovo “Premio Top Defender” e la formula della Coppa dei Migliori che vede l’eliminazione delle liste Champions e l’aumento delle giornate del girone eliminatorio da 5 a 6! Viene modificata leggermente anche la composizione della panchina che passa da un numero massimo di 7 componenti ad un limite di 9 elementi nel tentativo di limitare sempre di più i casi di squadre in inferiorità numerica. Il cambiamento più importante viene ufficializzato proprio durante l’asta inziale; dopo oltre 3 anni si torna ad utilizzare il doppio giornale, esperimento che era stato accantonato, contro il volere del Presidente di Lega, dopo la prova effettuata nel 2006/2007.

Ormai il regolamento non presenta più lacune e le poche novità sono dovute solo alla debordante creatività del Presidente di Lega, Stefano e alla costruttiva collaborazione di alcuni altri Presidenti.

La stagione agonistica inizia ovviamente con l’assegnazione degli ultimi trofei del 2009/2010; la prima Supercoppa in palio è quella italiana che vede impegnata per l’ultima volta nella storia la nostra primadonna, Simona, anche se ormai sotto la guida del neo arrivato Mirko, contro la squadra Campione d’Italia di Michele, Il Geko (SA)! Gli uomini di Michele sono scatenati e spiccano il volo grazie alle reti di ROCCHI e GIOVINCO mentre lo Gnammi Gnammi è in evidente stato confusionale, probabilmente dovuto al cambio di proprietà ed al nervosismo di tanti elementi di fronte ad un impegno così importante. Il risultato finale è un 2-0 secco per Il Geko che costringe Simona ad abbandonare tristemente la Lega e consente a Michele di essere la prima squadra nella storia a mettere in bacheca la Supercoppa Italiana PEG per due anni consecutivi!

La seconda grande tappa della stagione è la Supercoppa Europea DUSTY che, nella sua terza edizione (2^ edizione giocata sul campo, vista la vittoria a tavolino di Daniele nel 2007/2008) vede il Campione d’Italia e fresco vincitore della Supercoppa Italiana, Michele opposto al neo Campione d’Europa, Stefano con il suo ProPongo B.A.O.

Entrambe le squadre tengono moltissimo a questa competizione perché sanno benissimo quanto è difficile arrivare a potersela giocare… la partita è infatti vinta dalla paura e nessuno dei giocatori in campo riesce a trovare la via della rete ma alla fine l’esperienza e l’innata capacità che Stefano ha nelle partite secche e nelle finali viene fuori e grazie al tatticismo di un perfetto FICCADENTI il Pongusty riesce a realizzare 66 punti netti e a mettere a segno, quindi, la rete che vale l’1-0 finale. Il Geko non riesce a portare a casa due Supercoppe su due ma può comunque consolarsi con la recentissima vittoria nella Supercoppa Italiana. Stefano riesce invece a trionfare anche nell’ultima competizione che ancora mancava nel suo ricchissimo palmarès ed è quindi la prima squadra nella storia a vincere tutte le Coppe (almeno quelle che contano…)! I tifosi festeggiano e si godono il momento…che per loro non durerà a lungo.

La terza tappa importante dell’inizio di stagione è l’avvio della Coppa dei Migliori con il consueto turno preliminare che, in questa stagione, vede l’El Jefecito di Gianni opposto al G. X. O. di Francesco. Gli ex Campioni d’Europa non hanno mai mancato una Champions e ci tengono molto a continuare la loro tradizione, Gianni carica a dovere i suoi ragazzi e le differenze tecniche sul campo si vedono. L’El Jefecito va a segno con Pastore mentre il G. X. O. risponde con Floccari, ma la prestazione dei ragazzi di Gianni è nettamente migliore rispetto a quella degli uomini di Francesco tra i quali Floccari predica nel deserto. Il 2-0 finale è netto e meritato e consegna allo Jefecito il lasciapassare per la Coppa dei Migliori.

La competizione prende quindi il via con Stefano, Davide, Andrea, Ludovico, Michele e Gianni che si danno battaglia fin dalla prima tappa, l’equilibrio la fa da padrone anche se dopo un paio di giornate l’Abitanti Uno si chiama praticamente fuori ed è la prima delle due escluse. In testa al gruppo prendono il largo Il Geko (SA), l’Athletic Angloma e l’El Jefecito che staccano le avversarie e si danno battaglia per le prime tre posizioni. Alla fine chiudono rispettivamente al 1°, 2° e 3° posto mentre l’SP Alex&Dusty ed il Pongusty, dopo un inizio assai promettente, calano lentamente e perdono posizioni fino a giocarsi l’ultimo posto utile per la qualificazione. Il Pongusty gioca malissimo le ultime 3 giornate e non sfrutta nemmeno la peggiore prestazione di tutto il girone fornita dall’SP all’ultima tappa…a qualificarsi è Andrea mentre Stefano, Campione d’Europa in carica, abbandona la competizione già nel girone esattamente come era successo ai precedenti vincitori della Coppa dei Migliori; Daniele e Gianni.

La prima delle due semifinali è piuttosto triste e vede l’Athletic Angloma avere facilmente la meglio su un El Jefecito piuttosto spento che perde 0-2 in casa e al ritorno non prova nemmeno a reagire accontentandosi di non fare figuracce e chiudere sullo 0-0…per Ludovico è la prima finale di Champions! Nell’altra semifinale, invece, Andrea e Michele danno spettacolo regalando ai propri tifosi innumerevoli colpi di scena. All’andata si scatena GIACCHERINI che assieme a Di Vaio stende Il Geko per 2-0, al ritorno invece è incredibile la disfatta di Michele che avrebbe potuto ribaltare clamorosamente il risultato grazie ad una prestazione eccezionale dei suoi uomini, invece non consegna la formazione e perde 0-2 a tavolino diventando il nuovo idolo dei tifosi dell’SP…

Nella finalina per il terzo posto Il Geko riesce ad avere la meglio sull’El Jefecito ma questo non placa l’ira dei tifosi per quanto accaduto in semifinale e Michele esce dal campo sommerso dai fischi dei propri tifosi, dovrà farsi perdonare, e non sarà facile.

La finale vede Andrea opposto a Ludovico. Per Andrea è il secondo tentativo dopo la finale persa due anni fa contro Gianni, per Ludovico invece è la prima esperienza in finale di Coppa dei Migliori. La partita è dominata dalla tensione ma anche dal bel gioco, le reti si susseguono; per Ludo segnano Lopez e Caracciolo, Andrea risponde con Pepe ed il nuovo idolo della curva, Giaccherini. L’episodio che decide il match è la stupida espulsione dell’uomo più pagato del fantacalcio, colui che quando si tratta di Champions si imbambola: IBRAHIMOVIC! Il milanista si fa espellere e consente a Ludovico di vincere 2-1 e portare a casa il titolo più prestigioso, quello di Campione d’Europa, per Andrea invece si tratta della quarta finale persa su 5 totali disputate nelle varie Coppe. Una malattia di difficilissima guarigione…

La Coppa Italia è la seconda grande competizione della LegaPeg, qui partecipano tutti e diversi Presidenti cercano il riscatto e i primi grandi risultati. Per la seconda volta nella storia la squadra detentrice non può difendere il titolo, visto che Simona ha abbandonato la Lega durante l’estate. Nel girone nord si scontrano Davide, Daniele, Andrea, Stefano e Francesco mentre nel girone sud si sfidano Mirko, Gianni, Gianluca, Ludovico e Michele.

Il gruppo nord è agguerritissimo e il livello delle squadre partecipanti è davvero alto visto che nel girone ci sono i migliori 3 attacchi della Lega; Stella Rossa, Pongusty ed SP Alex&Dusty. Nonostante i grandi attacchi delle rivali, le squadre di Davide e Francesco se la cavano e se la giocano punto a punto con le avversarie più quotate e ispirate. Subito in avvio l’Abitanti Uno si lancia in testa e ci resta per un po’ mentre il Pongusty parte con il piede sbagliato e si ritrova in coda al gruppo, al termine dell’andata Davide è in testa, Stefano è ultimo ma tutte le squadre sono in 3 punti! Nel girone di ritorno Davide cala un po’ il ritmo mentre Francesco prova a spiccare il volo, Andrea e Daniele controllano le avversarie da vicino, mentre Stefano non riesce mai a farsi davvero sotto. Nel finale l’Abitanti Uno ritrova la via della vittoria e con due 1-0 consecutivi si porta al primo posto e si qualifica, intanto il G. X. O. crolla e si fa superare dalla Stella Rossa e dall’Alex&Dusty che all’ultimo turno si sfidano. La Stella schiaccia l’Alex con un netto 5-1 e va in semifinale assieme a Davide, le altre sono eliminate.

Nel girone sud invece l’Athletic Angloma non entra mai nel discorso qualificazione, resta nelle retrovie per tutto il tempo e chiude penultimo. Non ultimo perché il Triplete parte forte ma poi crolla e con un punto nelle ultime 5 giornate non può che essere ultimo! Il girone è decisamente meno combattuto rispetto al nord, anche Michele parte male poi prova a rifarsi sotto e sembra farcela, ma nel finale anche lui non riesce a tenere il passo del 3H&M e dell’El Jefecito che nonostante un gioco non esaltante raccolgono un sacco di punti. Anche Il Geko (SA) si arrende e così Mirko e Gianni si qualificano tranquillamente come 1° e 2° classificato.

Nella finale per evitare la temutissima ultima posizione si danno battaglia il Triplete ed il Pongusty (per il secondo anno consecutivo). Stefano vuole continuare a essere una delle due squadre MAI retrocesse in nessuna competizione e lo dimostra schiantando Gianluca nel ritorno della finale. Il Triplete è ultimo e il Pongusty è nono.

Nelle semifinaline spicca la squadra migliore ossia l’SP Alex&Dusty che batte prima l’Athletic Angloma e poi il G. X. O. che si era sbarazzato del Geko. Andrea è 5°, Francesco 6°, Michele 7° e Ludovico tristemente 8°.

Nelle semifinali Gianni sfida Davide mentre Mirko si trova di fronte la temutissima Stella Rossa. Le partite tra l’El Jefecito e l’Abitanti Uno sono di basso livello ma combattute. All’andata Gianni la spunta 2-1 in trasferta e sembra ipotecare la finale ma al ritorno si addormenta e Davide vince 1-0 grazie a Bergessio e pareggia il conto…per sua fortuna Gianni nel totale dei due confronti fa più punti e va quindi in finale per la prima volta nella sua storia negando così a Davide la gioia della terza finale di Coppa Italia, competizione che non ha mai vinto.

Spettacolare invece la semifinale tra il 3H&M e la Stella Rossa; fioccano i gol sia all’andata che al ritorno e gli uomini dell’Udinese (Di Natale e SANCHEZ) sono esaltatissimi. All’andata la Stella espugna il campo del 3H&M con un 4-2 che sembra ovviamente chiudere ogni discorso e con uno spettacolare poker di Sanchez che è il primo centrocampista della storia a realizzare 4 gol in una sola partita! Mirko però merita tantissimi elogi perché non si arrende nonostante la botta e al ritorno gioca ancora alla grande trascinato da un fenomenale Di Natale. Nella Stella Rossa però c’è ancora un Sanchez ispirato. Mirko vince ma Daniele limita i danni e il 3-2 finale non basta ai verdognoli del 3H&M ai quali non rimane altro da fare che cercare il piazzamento nella finale per il 3° posto. I ragazzi ci provano contro Davide ma la partita è di bassissimo livello, forse proprio per il morale a terra di entrambe le squadre dopo la mancata finale. Mirko ci prova un po’ di più ma non riesce a sfondare, Davide invece si difende e basta, puntando ai rigori. Alla fine la tattica paga perché ai calci di rigore è proprio l’Abitanti Uno a spuntarla. Davide porta a casa le briciole del 3° posto mentre per Mirko restano solo tanti rimpianti…

La finale vede opposte due squadre in cerca del loro primo successo nella competizione e una (l’El Jefecito) addirittura alla ricerca dell’unico trofeo che ancora manca in bacheca. La partita è tirata, come si deve a una finale, ma è corretta e divertente; Gianni realizza con MONTOLIVO, AMAURI e CASSANO mentre Daniele risponde con una sontuosa tripletta di CAVANI. Nei minuti finali Cassano si fa espellere decidendo, di fatto, la partita. La Stella Rossa riesce a realizzare 2 gol grazie anche ad un Seedorf in versione da finali europee, mentre l’El Jefecito si ferma ad un passo dalla seconda rete, alla fine si può dire che abbia vinto la squadra che meritava di più, visto il miglior attacco della Stella Rossa, ma se avesse portato a casa la Coppa Gianni, nessuno avrebbe potuto obiettare perché il barista si è giocato ogni gara alla pari, anche la finale…forse un giorno riuscirà a portare a casa questa Coppa Italia e a sfatare la “maledizione”! Daniele invece si gode il primo trionfo in Coppa Italia, ma rimanda i festeggiamenti al termine della stagione, visto che in Campionato sta ottenendo risultati incredibili!

In Campionato le migliori iniziano a rilento, tanto che dopo poche giornate quelli che a fine anno saranno i 3 attacchi migliori (i tre Perego, n. d. r.) si ritrovano nelle retrovie mentre squadre che non esprimono un grande gioco si lanciano nelle zone alte della classifica e ci restano per moltissimo tempo, senza alcun rispetto “meritocratico”. Il primo a tentare la fuga è Gianni con il suo El Jefecito che parte subito a tutta ma non riesce a liberarsi della compagnia di un sorprendente G. X. O. che chiude in testa il primo mini girone. Gianni non ci sta, torna in vetta e scappa via con 4 vittorie consecutive che gli consentono di arrivare ad un vantaggio di ben 7 punti sulle inseguitrici il primo a reagire è ancora Francesco (seguito a distanza dal debuttante Mirko) che accorcia le distanze a grande velocità ed arriva a giocarsi il titolo di Campione d’Inverno agli ultimi turni. Gianni però ha troppo vantaggio e porta a casa il primo titolo dell’anno. Intanto alle loro spalle le squadre migliori arrancano ma iniziano a farsi largo, su tutti è Daniele a prendere il ritmo e a scalare posizioni mentre la squadra di Andrea continua a giocare bene ma fa tantissima fatica ad entrare nelle prime tre posizioni. La fine del cosiddetto “Campionato d’Inverno” segna l’inizio di un cambiamento radicale nella classifica della Serie A PEG; il G. X. O. crolla nella maniera più totale e nel giro di poche settimane si ritrova nella parte bassa della classifica, anche l’El Jefecito peggiora nettamente i suoi risultati e si lascia recuperare e sorpassare da diverse squadre. Tengono bene il 3H&M di Mirko e l’SP Alex&Dusty di Andrea che, senza strafare, riescono sempre a rimanere nella parte sinistra della classifica, purtroppo per loro però alcune squadre spiccano il volo. Una di queste è l’Athletic Angloma di Ludovico che risale dalle retrovie con una splendida serie di risultati utili e s’infila nella lotta per la vittoria finale. Il vero botto però lo fa la STELLA ROSSA di Daniele che infila una serie di 11 risultati utili consecutivi con ben 6 vittorie di fila e si porta prepotentemente al comando! All’inizio dell’ultimo mini girone sono Daniele, Ludovico, un rinato Gianni e Andrea a giocarsi la vittoria finale mentre nelle retrovie si ritrovano grandi squadre come quelle di Michele (Campione in carica), Davide (autore di mille imprese), Stefano (secondo attacco del Campionato e vincitore di tantissimi trofei) e Gianluca.

La volata finale è serrata e riguarda tutte le posizioni; in fondo al gruppo il Pongusty si batte per evitare un immeritato ultimo posto mentre il Geko (SA) crolla dal punto di vista psicologico e si arrende. È la prima volta nella storia che la squadra Campione in carica retrocede. Stefano si batte, evita lo smacco della prima retrocessione della sua storia, ma non porta a casa niente più del 9° posto, nonostante il secondo attacco della Lega…è “La dura legge del gol”. Il Triplete gioca una stagione piuttosto anonima, non si fa MAI vedere nella parte alta della classifica e chiude all’8° posto, ancora una volta fuori dalla Champions, competizione per cui si battono fino all’ultimo minuto il G. X. O. e l’Abitanti Uno che nonostante siano le due squadre peggiori dell’anno (numeri alla mano) riescono, con l’orgoglio e la fortuna, a qualificarsi per il preliminare del 2011/2012! Turno preliminare che riesce ad evitare l’SP Alex&Dusty che, nonostante un girone finale in totale carenza di ossigeno, riesce almeno a limitare i danni. Andrea avrebbe meritato sicuramente qualcosa di più ma almeno la qualificazione alla prossima Best Cup allevia le sue sofferenze. Il podio ed il titolo se lo giocano Gianni, Mirko, Ludovico e Daniele. I primi due si fanno da parte e lasciano combattere per il titolo gli altri…in realtà la Stella Rossa lotta solo contro se stessa perché a 4 giornate dal termine ha già l’ipoteca sul titolo con 8 punti di vantaggio su Ludovico e le altre ad una distanza siderale! Daniele vede il suo primo Scudetto e se la fa un po’ sotto rimandando il titolo di settimana in settimana, finalmente alla penultima giornata, aiutato anche da Mirko che ferma Ludovico, può far partire la festa!! Il decimo Scudetto della nostra storia è della STELLA ROSSA di Daniele che in un anno solo si prende Campionato e Coppa, si rifà di mille delusioni e va a festeggiare assieme ai tifosi che cantano in coro “Sei fantastica”! Siamo sempre contenti quando vince il titolo una squadra che non lo aveva mai vinto, lo siamo ancora di più quando si tratta si uno dei 6 pilastri della LegaPeg, senza nulla togliere agli altri, amatissimi, Presidenti.

Alle spalle della Stella Rossa è Ludovico a fare suo il secondo posto contro ogni pronostico. Ludovico migliora il 3° posto del 2009/2010 e si candida decisamente a vincere il suo primo titolo, nel 2011/2012. Il terzo posto, dopo un lungo tira e molla, se lo prende l’El Jefecito che proprio all’ultimo turno scavalca il debuttante Mirko, comunque autore di una stagione che merita rispetto.

Inutile dire che la maggior parte dei premi se la porta a casa Daniele che, a suon di record e oltre a Campionato e Coppa, fa suoi i premi di: “Miglior attacco”, “Premio costanza”, “Premio goleador” e “Acquisto dell’anno” (grazie a Sanchez Daniele fa suo questo premio per la terza volta su 4 edizioni). La classifica cannonieri invece la perde all’ultimo e se la porta a casa meritatamente il debuttante Mirko grazie al “Capocannoniere” Di Natale. L’SP Alex&Dusty fa suo il premio “Miglior prestazione stagionale” per la seconda volta nella storia mentre il Pongusty di Stefano, nonostante una stagione piena zeppa di malasorte, riesce a fare suoi i premi: “Top defender” (alla prima edizione) e “Premio simpatia, peggior difesa” (per la seconda volta in 5 anni). L’Abitanti Uno di Davide, infine si aggiudica il premio (non remunerato) meno ambito di tutti; Milito gli consegna il riconoscimento per il “Flop dell’anno”.

Si chiude così la decima stagione della LegaPeg. Una stagione che ha segnato l’ingresso nell’olimpo da parte di Daniele e la caduta di un mito; Davide, che per la prima volta nella storia è nella parte sinistra della classifica. Mirko ha esordito degnamente in Lega ed è pronto a dare battaglia nei prossimi anni. Ludovico ha vinto il suo primo trofeo in LegaPeg. Tutto è filato liscio come l’olio, i partecipanti sono sempre più affiatati e il prossimo anno saranno ancora tutti e 10 ai nastri di partenza, un evento che si verifica raramente e che testimonia il livello sempre più eccelso della nostra Lega, i regolamenti sono ormai ad un livello che rasenta la perfezione e non lasciano più spazio a critiche e dibattiti.

La cosa più importante, comunque, è che ci siamo divertiti, sfidati, insultati e rispettati per un altro anno e siamo di nuovo pronti a partire, sempre più affiatati, per il nostro undicesimo Campionato!

 

L’estate passa in fretta, come sempre, e si arriva alla stagione 2011/2012, l’undicesima della LegaPeg che continua il suo fantastico percorso verso l’elitè delle Leghe private d’Italia e del mondo! Come tutti gli anni, non mancano alcune piccole novità che danno un po’ di pepe al nuovo Campionato; le prime significative modifiche riguardano la veste grafica del sito internet che cambia la sua impostazione iniziale diventando più “navigabile” ed alleggerendo la “home page” che pretendeva di contenere tutte le informazioni relative alla stagione in corso, nascono quindi specifiche sezioni dedicate alle 3 competizioni più importanti (Serie A PEG, Coppa Italia PEG e Coppa dei Migliori DUSTY).

Per quanto riguarda i regolamenti tutte le piccole modifiche apportate nel 2010/2011 hanno riscosso consensi e vengono confermate ma non manca qualche piccola novità ideata dal Presidente nel corso dell’anno precedente e dell’estate. La news più importante riguarda le partite secche (finali e spareggi) che d’ora in avanti saranno ripetute fino a 3 volte in caso di pareggio per cercare di evitare l’assegnazione di titoli e premi ai calci di rigore. Inoltre vengono inserite regole relative ad eventuali spareggi che vanno a premiare chi arriva pari ad un’altra squadra ma ha un attacco nettamente migliore rispetto all’avversario.

Le conferme andranno comunicate prima dell’asta, per velocizzare quest’ultima e per far sì che tutti sappiano già prima del mercato quali sono i giocatori non acquistabili. Inoltre i giocatori acquistati tramite scambio non potranno più essere confermati.

Cambia drasticamente la gestione dell’allenatore; non esistono più gli esoneri e ogni settimana si potrà decidere liberamente quale allenatore schierare. Infine, novità importantissima, diminuisce il malus per gli autogol da -2 a -1. Insomma, come sempre, il Presidente si è adoperato nel tentativo di rendere la LegaPeg più unica e perfetta, ma quello che conta ora è il fantacalcio giocato…!

La stagione inizia come al solito con le due Supercoppe ed il preliminare di Coppa dei Migliori. In Supercoppa Italiana Gianni, che già ci aveva fatto dannare all’asta arrivando in colossale ritardo e acquisendo il nome di “Bel Problema”, fa lo sborone e non consegna nemmeno la formazione…la Stella Rossa ha così strada libera e vince così l’ultimo trofeo che mancava nella sua bacheca. Poi nella Supercoppa Europea Daniele gioca benissimo e schianta un buon Athletic Angloma grazie ad un super Cavani andando a completare uno slam di 4 trofei su 5 in una stagione…! Una cosa mai riuscita a nessuno…chiaramente anche perché è possibile solo da pochi anni…J

Il preliminare di Best Cup regala la prima grossa sorpresa stagionale; il T. F. al C. di Francesco batte clamorosamente il titolatissimo Steek Hutzie di Davide e lo costringe a guardare la Coppa più importante dagli spalti, per la prima volta nella sua storia! Prende quindi il via una Coppa dei Migliori nella quale ormai il solo Gianni può fregiarsi del merito di aver partecipato a tutte le edizioni… Il girone, nonostante l’allungamento a 6 tappe, è ancora un po’ troppo breve per lasciare spazio a ribaltoni clamorosi in corso d’opera, così chi parte bene come Gianni e Mirko, difficilmente poi si fa trascinare nel baratro. Come detto il Bel Problema ed il 3M&H partono forte e non si lasciano più intimorire mentre dietro Andrea e Ludovico partono troppo male…e così anche Daniele e Francesco, senza strafare, riescono a vivere un girone abbastanza tranquillo fino all’ultimo turno, quando Andrea tenta una disperata rimonta nei confronti di Francesco. Il distacco però ormai è troppo ampio e non c’è più nulla da fare, passano Mirko, Gianni, Daniele e Francesco.

La semifinale tra il T. F. al C. ed il 3M&H è assolutamente deprimente. Il livello di gioco è pessimo ma non manca la sorpresa. Il super favorito Mirko non riesce a tenere a bada le emozioni e si lascia eliminare da una squadra senza capo ne coda come quella di Francesco che così potrà giocarsi la sua prima finale di Coppa dei Migliori.

Anche la semifinale tra il Bel Problema e la Stella Rossa è qualcosa di inguardabile però è avvincente tra due squadre che hanno già vinto la Competizione e che sono sempre tra le migliori nelle Coppe…alla fine la spunta Gianni per un golettino di Samuel nella gara di andata…i tifosi dormono ma Gianni ride…J

Nella finale per il terzo posto Mirko batte Daniele con un clamoroso 5-2, porta a casa un minimo di onore ma si mangia le mani perché in finale avrebbe stravinto!

La finale è a senso unico…la squadra di Francesco è troppo scarsa e non può fare nulla contro una squadra buona, organizzata ed esperta come quella di Gianni che grazie a Cambiasso e Bojan porta a casa un secco 2-0 che decreta l’ennesima stagione fallimentare di Francesco e rende il suo Presidente il primo ad aver vinto per due volte la Coppa più prestigiosa! In 7 anni il barista ha fatto davvero miracoli…e non è finita qui.

In Coppa Italia Gianni si fa nuovamente notare…Il girone nord si rivela il più abbordabile e se lo giocano Andrea, Daniele, Ludovico, Francesco e Gianluca. L’SP Alex&Dusty79 di Andrea parte subito bene, si piazza al comando in solitaria fin dalla prima giornata e non si scansa più. Il primo posto è suo con pieno merito! Per il secondo posto utile, invece, la lotta è serratissima…prima Francesco, poi Gianluca, poi Daniele e poi Ludo…tutti si scambiano nella posizione buona per andare alle semifinali! Nel finale Gianluca si chiama fuori e Ludo si presenta al secondo posto all’ultimo turno ma perde proprio con l’F. C. Nuvola già eliminato, intanto la Stella Rossa batte il T. F. al C. nello scontro diretto decisivo e così porta in alto il nome dei Perego e il nome della squadra che detiene il trofeo; in semifinale ci vanno Andrea e Daniele.

I girone sud è di altissimo livello e anche qui ci provano tutti. Nel gruppo ci sono Gianni, Davide, Mirko, Michele e Stefano… Gianni parte subito forte e si piazza in testa mentre alle sue spalle si alternano gli avversari che con una certa costanza vincono gli scontri ad incrocio con le squadre dell’altro girone. Il Bel Problema prende il largo e sembra andare verso una qualificazione tranquilla ma alle sue spalle fanno il salto di qualità il Pongommusty e il Il Geko (SA) che distanziano l’Athletic Angloma e lo Steek Hutzie costringendoli alle ultime due posizioni in classifica. All’ultimo turno è tutto aperto con Stefano e Gianni in testa e Michele 2 punti dietro. Stefano vince e si prende la prima piazza e l’ennesima semifinale di Coppa Italia della sua storia mentre Gianni perde clamorosamente…per sua fortuna però Michele non va oltre il pari con Andrea e gli consegna le chiavi delle semifinali…una debacle incredibile per il futuro Campione d’Italia!

Nelle finaline di consolazione si segnala il clamoroso ultimo posto di Davide, retrocesso per la prima volta nella sua storia! Per il resto si registrano il 9° posto di Gianluca, l’8° di Mirko, il 7° di Francesco, il 6° di Ludovico ed il 5° di Michele.

La semifinale tra Daniele e Stefano è uno dei grandi classici della LegaPeg e Stefano parte favorito per via del migliore attacco stagionale e della sua fenomenale esperienza in questo tipo di incontri…questa volta però il Presidente non prepara a dovere la squadra che gioca un brutto doppio match. All’andata gioca malissimo e la Stella Rossa se la cava col minimo sforzo, vince 1-0 in casa ed ipoteca il passaggio, al ritorno la squadra di Daniele gioca di nuovo meglio di quella di Stefano…finisce 1-1 ma la Stella avrebbe potuto tranquillamente vincere, comunque sia si qualifica alla grande alla finale per il secondo anno consecutivo…potrà provare ad essere il primo a vincere una Coppa per due anni di fila, cosa riuscita solo a Stefano in Campionato e a Michele in Supercoppa Italiana.

La semifinale tra Gianni e Andrea è decisamente più divertente, entrambi non hanno mai vinto la Coppa Italia ed hanno perso delle finali (Andrea 2, Gianni una), hanno quindi una gran voglia di spuntarla. Il doppio match è equilibratissimo, all’andata finisce 1-1, al ritorno 2-2…è solo alla somma dei punti che il Bel Problema scopre di averla spuntata! La sorte, ancora una volta, sorride a Gianni che è ormai il più grande rivale di Davide quanto a “baci della dea bendata”… La finale sarà quindi la stessa del 2010/2011, Gianni contro Daniele!

Nella finalina per il 3° posto si scatenano Floccari e Caracciolo e l’SP di Andrea riesce ad avere la meglio su uno spento Pongommusty che si rende conto di aver giocato ben 6 semifinali di Coppa Italia ed essersi qualificato solamente 2 volte per la finale…Andrea porta a casa il 3° posto per la seconda volta nella sua storia.

L’ultimo atto è la riedizione della finale dell’anno precedente, questa volta però la Stella Rossa non è più la squadra schiacciasassi che avevamo visto all’opera l’anno scorso e Gianni ha una gran voglia di rivincita, di portare finalmente a casa l’unico trofeo che gli manca e di fare una storica “scopa di coppe”! Le enormi motivazioni di Gianni si fanno sentire e con una partita all’italiana il “Bel Problema” chiude tutti gli spazi dopo il gol di Samuel e riesce a difendere uno striminzito 1-0! Daniele si accontenta senza problemi del secondo posto dopo i grandi successi del 2010/2011 mentre Gianni entra nell’olimpo dei grandi e si candida seriamente a pendere lo scettro del più grande di tutti! 6 titoli in 7 anni (più altri piazzamenti) parlano chiaro…siamo di fronte a un “mito” della LegaPeg!

Il Campionato vede ai nastri di partenza il super detentore da record, Daniele, pronto a difendere a spada tratta il suo titolo…gli avversari però sono agguerriti e combattivissimi! Il campione in carica parte fortissimo e se ne va subito in testa tallonato, udite udite, da Ludovico…che però crolla subito e si lascia sorpassare dalle squadre più forti! Dopo un solo mini girone sono già davanti tutte le squadre che a fine stagione avranno gli attacchi migliori (Stefano, Michele e Mirko) e quasi tutte quelle che si giocheranno il podio…con l’eccezione dello Steek Hutzie di Davide che inizia la stagione decisamente male…ma si riprenderà a dovere nel corso dell’anno!

Al termine dello stesso mini girone in fondo alla classifica si trovano i vari Francesco, Gianluca, Gianni e Andrea…che remeranno in quelle posizioni per tutto il resto della stagione anche se mentre il T. F. al C. di Francesco andrà di male in peggio concludendo all’ultimo posto realizzando alcuni record negativi peggio di Fernando (record negativo di punti e peggior attacco stagionale). Altre squadre, come quelle di Andrea e Gianluca, riusciranno a lasciare comunque un segno nella storia della Lega; l’F. C. Nuvola di Gianluca con un grande girone di ritorno e la vittoria di diversi premi, l’SP di Andrea con una clamorosa serie di 10 vittorie consecutive che distrugge tutti i precedenti record e lo porta almeno alla qualificazione in Coppa dei Migliori.

Là davanti perde il treno dei migliori il Pongommusty di Stefano che nonostante il miglior attacco non riesce a portare a casa risultati positivi a causa di una difesa che negli ultimi anni continua a imbarcare reti da tutte le parti. La lotta per le posizioni che contano è quindi ristretta a Michele, Daniele, Mirko e il solito onnipresente Davide…

Il Geko (SA), dopo il titolo di due anni fa e il clamoroso ultimo posto del 2010/2011, gioca un Campionato superlativo, si piazza in testa alla decima giornata e non molla più il comando! Allunga il suo vantaggio costantemente e non va mai in difficoltà…porta il suo vantaggio fino ad un massimo di ben 12 punti e con ben tre turni di anticipo si laurea Campione d’Italia per la seconda volta diventando definitivamente uno dei più grandi esponenti della LegaPeg dopo che per anni aveva vissuto all’ombra dei vari Stefano, Davide e Matteo…super Michele, complimenti a lui! Alle sue spalle un’altra squadra con una storia simile, la Stella Rossa di Daniele, stacca tutti e si guadagna il secondo 2° posto della sua storia dopo il titolo dell’anno prima…ormai anche Daniele è una delle più importanti realtà della Lega. Per il terzo posto, manco a dirlo, la spunta clamorosamente lo Steek Hutzie di Davide che non si sa come faccia ma si porta a casa il nono podio in undici stagioni. Il povero Mirko deve accontentarsi del secondo 4° posto in altrettante partecipazioni mentre Andrea strappa l’ultimo posto utile per la Coppa dei Migliori!

Si chiude una stagione che ha consacrato definitivamente Daniele, Michele e Gianni tra i grandi della Lega assieme a Davide e a Stefano che però rischia di diventare il Genoa della LegaPeg! intanto il buon Ludovico annuncia il suo clamoroso addio…la sua avventura è durata 7 stagioni ed è la più lunga tra quelle di coloro che non partecipano più alla Lega! Saluta con in bacheca una Coppa dei Migliori e due podi in Campionato…saluta un grandissimo partecipante, ma tutti sperano possa trattarsi solo di un “arrivederci”…

 

Passa un’altra estate e si arriva all’ennesima stagione di LegaPeg…il 2012/2013, la dodicesima! Come di consueto non mancano le novità e quella più importante è rappresentata proprio dall’addio di Ludovico, sostituito immediatamente dal cugino di Gianluca che, speriamo per lui, sia un po’ più bravo e fortunato del cuginetto…J

Come al solito Stefano si adopera tutta l’estate per offrire ai suoi Presidenti una Lega sempre più avvincente, aggiorna il sito migliorando la sezione della Coppa dei Migliori dove da ora si potranno vedere tutti i risultati con più chiarezza e rende possibile la visualizzazione della pagina coi risultati anche a chi (come Mirko) non ha excel sul PC… ma non c’è solo il sito, Stefano pensa bene di apportare le consuete piccole modifiche… Il girone di Coppa dei Migliori passa da 6 a 10 giornate, le rose si ampliano fino a 38 giocatori e nessuno potrà avere meno di 32 uomini in rosa per cercare di rendere meno influente il mercato invernale al quale ogni anno partecipano solo 4 o 5 squadre al massimo. Cambiano drasticamente le regole del “Premio costanza” e vengono modificate anche quelle del  “Campione d’inverno” mentre i premi per il capocannoniere e per il top defender non daranno più 5€ ma premi esclusivamente “fantacalcistici”.

Cambia il fattore campo delle Supercoppe in favore della squadra che ha vinto la competizione più importante e cambiano anche i fattori campo delle semifinali di Coppa Italia e Coppa dei Migliori… Certo non sono grandissime novità ma comunque accorgimenti che, si spera, possano aumentare ulteriormente il divertimento!

Come ogni anno si parte con le Supercoppe nelle quali le squadre di Michele e Gianni si giocano la possibilità di diventare le squadre più titolate della storia. In testa alla classifica c'è Stefano a quota 7 e dietro di lui proprio questi due Presidenti (più Daniele) a quota 6! In Supercoppa Italiana PEG si sfidano Il Geko (SA) di Michele e il Bel Problema di Gianni, i Campioni d'Italia hanno già vinto due volte questa Coppa e non sembrano troppo motivati anche se ci provano degnamente, il Bel Problema invece ha una grande voglia di mettere subito in bacheca un nuovo trofeo e domina la partita, va a segno con Immobile e Insigne, stende la rivale con un 2-1 che poteva essere un 3-1, si aggiudica la sua seconda Supercoppa Italiana (unico assieme a Michele ad averne vinte 2) e raggiunge Stefano a quota 7 titoli!

La sfida, come detto, si ripete nella Supercoppa Europea DUSTY, solo che qui è Gianni ad aver già trionfato mentre Michele cerca il successo per mettere in bacheca un trofeo che ancora gli manca. Anche qui come nella Supercoppa Italiana la differenza di motivazioni è palese, tanto che i due sembrano quasi essersi messi d'accordo per spartirsi equamente i due trofei...:-) Il Bel Problema si accontenta di un gol della bandiera mentre Il Geko (SA) è debordante...i gol di Roncaglia, Quagliarella e Quagliarella sanciscono un 4-1 nettissimo che consente a Michele di vincere la Coppa e di raggiungere a sua volta Gianni e Stefano a quota 7 tra i club più titolati!

Entrambi sono ovviamente presenti nella prima Coppa dei Migliori della storia, senza il preliminare e con il girone eliminatorio allungato a 10 tappe, decisione assolutamente azzeccata, nel girone infatti non mancano i ribaltoni. Inizialmente sembrano andare forte Andrea e Michele che però poi si arenano e vanno in fondo al gruppo mentre Gianni e Daniele allungano su tutti. Il Geko di Michele rimane a bassa quota e non riesce più a risollevarsi e si abbandona all'ultimo posto...il WP di Andrea invece riesce a risollevarsi, sorpassa Mirko e Davide e va a giocarsi i primi posti con Daniele e Andrea. La lotta è serrata e solo all'ultimo turno la Stella Rossa riesce a spiccare il volo e prendersi il primo posto. Gianni e Andrea lottano punto a punto e alla fine la spunta il Bel Problema che chiude secondo con un solo punto di vantaggio! Per l'ultimo posto utile Davide, partito bene ma poi calato e Mirko se la giocano davvero fino all'ultimo secondo e alla fine la buona sorte premia Davide che all'ultimo turno supera di mezzo punto il rivale e si guadagna le semifinali! Eliminati 3M&H e Il Geko (SA)!

La semifinale tra Noèproblemamio e Stella Rossa è davvero noiosa, le due squadre sono impaurite e non riescono a giocare, i risultati finali sono un 1-0 e un 1-1 che premiano a sorpresa la squadra di Davide e condannano all'eliminazione la favorita Stella Rossa. Nell'altra semifinale ci si diverte di più, il Bel Problema e il WP Alex&Dusty79 si battono sul filo dell'equilibrio e il doppio pareggio (1-1, 2-2) alla fine premia solo grazie alla somma dei punti il WP Alex&Dusty79, come successe al Milan nello storico derby europeo in semifinale di Champions! Eliminati quindi anche i detentori e due volte vincitori del trofeo del Bel Problema, vanno in finale due squadre che non hanno mai vinto nonostante le finali giocate; per Andrea è la terza, per Davide la seconda! In finale 3°/4° Gianni supera ai punti Daniele e guadagna l'onore del podio.

Segnata dalla paura la finale...si vede però che Andrea ne ha giocate di più e ha più esperienza e più voglia di vincere...le reti di Bonaventura e Hernanes annullano quella di Konè e consentono finalmente ad Andrea, dopo 12 anni e tante finali perse, di portare a casa una Coppa! Davide invece continua a cercare i trionfi invano...eterno piazzato in tutte le competizione, incapace di vincere! I tifosi del WP scendono in piazza e si godono finalmente questo indimenticabile e tanto atteso trionfo...!

La Coppa Italia PEG come di consueto divide le squadre in due gironi: nel Nord si sfidano Francesco, Luca, Gianluca, Michele e Stefano, nel Sud invece ci sono Andrea, Daniele, Davide, Gianni e Mirko.

Nel girone nord parte bene il GaRoPeSoZa che però si spegne presto e lascia spazio allo Stramala che domina la prima parte di un girone combattutissimo nel quale fino a due giornate dalla fine sono ancora tutti in gioco...il primo ad arrendersi è Michele che chiude ultimo, poi Luca che cede solamente all'ultima giornata, quando invece il PongWillUsty ha ormai preso il sopravvento e chiuso il girone in testa...ma per un pelo! Fra e Gianluca chiudono clamorosamente pari e si sfidano in un rarissimo spareggio per le semifinali. Anche lo spareggio è equilibratissimo e lo Stramala passa in semifinale per il rotto della cuffia condannando così Francesco all'ennesima stagione dimenticabile!

Il girone sud è meno combattuto, il WP Alex&Dusty79 prende presto il comando delle operazioni e domina il girone qualificandosi alle semifinali come prima classificata, la Stella Rossa invece fa l'esatto opposto, crolla subito e arriva mestamente all'ultimo posto dopo le due finali consecutive appena giocate... A mettere verve al girone ci pensano Davide, Gianni e Mirko che si scannano per bene! Gianni e Mirko stanno sempre davanti ma proprio all'ultimo, battendo Mirko alla penultima e poi Gianni all'ultima giornata, il Noèproblemamio li sorpassa entrambi e si qualifica a sorpresa per le semifinali!

Nelle semifinali cadono clamorosamente le prime classificate dei due gironi; il PongWillUsty e il WP Alex&Dusty79 non riescono a capire come superare rispettivamente il Noèproblemamio e lo Stramala e in pratica buttano via la qualificazione già all'andata! Nelle partite di ritorno i due fratelli provano a ribaltare i rispettivi risultati ma ormai non c'è più niente da fare, in finale ci vanno due squadre motivatissime che non hanno mai vinto una coppa (Davide, 7 finali perse per lui) o che non hanno mai vinto proprio nulla (Gianluca, prima finale della sua storia e nessuna partecipazione in Champions!). Andrea e Stefano (7 semifinali, due sole finali) si sfidano, come l'anno prima, per il 3° posto...e come l'anno prima ad avere la meglio è Andrea che grazie ad uno scatenato Muriel porta a casa il 5° podio in cinque semifinali di Coppa (mai una vittoria però...), Stefano si accontenta ancora una volta del 4° posto mentre Mirko chiude 5°, Francesco 6°, Gianni 7°, Luca 8°, Daniele 9° e Michele mestamente ultimo per la prima volta (in Coppa) dopo aver perso anche la finalina-ina contro la Stella Rossa.

La finale è un'assoluta prima volta per Gianluca che infatti è dato per sicuro perdente anche perchè Davide ha già perso 7 finali su 7 giocate nelle varie coppe e sembra impossibile che ne possa perdere un'altra! Beh, ci si sbaglia di grosso perchè lo Stramala è esaltatissimo e sembra infermabile mentre il Noèproblemamio è bloccato e non riesce a fare più del minimo indispensabile...la squadra di Davide crolla sotto i colpi di Gianluca, perde con un nettissimo 3-1 e porta quindi a casa il suo 12° secondo posto nella storia delle competizioni della LegaPeg. Davide è fortunato e su questo non ci piove ma siamo sicuri che baratterebbe volentieri la metà dei suoi secondi posti con un successo in una Coppa... Gianluca invece, bello bello, arriva alla sua prima finale dopo non aver mai ottenuto niente di meglio di un 7° posto (eccezioni fatta per il 3° posto in Coppa '09-'10) e senza alcuna remora e senza alcuna paura fa un sol boccone di un fenomeno della Lega e porta finalmente a casa il suo primo trofeo! Era una soddisfazione che Gianluca voleva tantissimo e da tantissimo tempo e che finalmente gli consentirà anche di partecipare alla sua prima Coppa dei Migliori! Si spera per lui che possa essere il primo passo di una nuova vita fantacalcistica...:-)

Il Campionato 2012/2013 è assolutamente sorprendente e segna un grande ritorno ai vertici di una squadra che ormai cominciava a pensare solo a "gli anni d'oro del grande Real..."! Arriva subito uno scambio decisivo tra la Stella Rossa e il Bel Problema; Daniele si prende Sau in cambio di El Shaarawy...il primo si sveglierà tardi mentre il secondo si addormenterà presto, comunque entrambi giocheranno una grande stagione! Partono subito forte Daniele, Gianni e Davide che già alla terza giornata sono da soli al comando, anche Michele però non vuole assolutamente farsi staccare e così al termine del primo mini girone c'è una super Stella Rossa in fuga con un fenomenale margine di vantaggio (6 punti dopo sole 9 giornate) su Michele e Gianni. Gianluca, Luca e Mirko sono attaccati al gruppo mentre arrancano squadre quotate come quelle di Stefano e Andrea, assieme a Francesco che sembra già spacciato. Il secondo mini girone si apre subito con una mini crisi della Stella Rossa che perde immediatamente tutto il vantaggio accumulato ma rimane a giocarsi il titolo di Campione d'Inverno con i già citati Gianni, Davide e Michele. Il Geko verso metà stagione comincia a calare e si allontana dal terzetto, che diventa un duo perchè la Stella Rossa e il Bel Problema prendono il largo e non si faranno più riagguantare per moltissimo tempo! Alla fine il titolo di metà stagione va a Gianni (2^ volta per lui) solo grazie al miglior attacco. Intanto Luca e Gianluca sono crollati e assieme a Francesco sembrano essere già un po' spacciati mentre Andrea e Stefano si sono un po' ripresi e sono nel gruppone degli inseguitori assieme a Mirko e Michele e appena dietro a Davide. Inizia la seconda parte di stagione e Michele si lascia stancamente andare...i Campioni d'Italia non sembrano di poter difendere il loro titolo fino in fondo e si allontanano dalla vetta. Intanto Gianni e Daniele continuano la loro corsa fenomenale fino a chiudere il terzo mini girone con un vantaggio sulle inseguitrici di quasi 10 punti! I due continuano a fare sorpassi e controsorpassi e questa cosa alla lunga peserà... Dietro di loro intanto il Noèproblemamio di Davide è stato raggiunto dai rimontanti 3M&H di Mirko e PongWillUsty di Stefano mentre Andrea e Michele sembrano poter lottare solo per un posto in Champions e Luca, Gianluca e Francesco sembrano tagliati fuori da tutto!

E' proprio così, il GaRoPeSoZa di Francesco anche nell'ultimo mini girone non riesce a combinare niente di memorabile e chiude ancora una volta all'ultimo posto peggiorando il record negativo di punti in Campionato realizzato l'anno prima...! E' la prima volta che una squadra arriva ultima per due anni fila e se si sommassero i punti di due stagioni di Fra, la sua squadra non arriverebbe nemmeno sul podio... poco davanti a lui chiudono lo Stramala di Gianluca (mai meglio del 7° posto in Campionato, ma comunque felice per la sua stagione) e l'F.C. Longobarda di Luca (un debutto difficile per una squadra che saprà sicuramente migliorarsi col tempo!). La lotta per la Champions è avvincente e se la giocano Davide, Mirko, Michele e Andrea (comunque già qualificato grazie al successo in Champions), nel finale Davide e Mirko riescono a dare il meglio di loro e condannano quindi Michele a passare da campione d'Italia in carica ad escluso dalla Coppa dei Migliori. Michele però è abituato a batoste peggiori e si risolleverà...curioso e da segnalare il terzo 4° posto in tre partecipazioni per il 3M&H di Mirko...penso ne abbia davvero abbastanza di arrivare 4°...

Le sorprese clamorose arrivano dalla vetta...Daniele e Gianni non ce la fanno più, soprattutto Gianni che alla fine chiude al terzo posto...e da una distanza siderale arriva una squadra scatenata che con una striscia di 8 vittorie consecutive si divora la coppia di fuggitivi sorprendendo il mondo! Si tratta del PongWillUsty di Stefano che con uno squadrone da record (miglior attacco della storia pareggiato) va a prendersi la posizione che merita in classifica, la prima! La Stella Rossa si arrende e chiude al secondo posto (1 titolo e 2 secondi posti consecutivi, grande triennio!) e così Stefano dopo 7 anni torna sul tetto d'Italia, porta a casa il suo quarto Scudetto (oltre a una risma di premi speciali) e torna in vetta alla classifica dei club più titolati! Per il Presidente di Lega arrivano dimostrazioni d'affetto e stima anche da alcuni colleghi Presidenti e i festeggiamenti hanno inizio!!

Termina così la stagione che ha confermato Daniele, Gianni e Davide tra i grandi protagonisti della Lega ma che ha visto trionfare Presidenti che lo avevano fatto poco (Andrea) o niente (Gianluca), una stagione in cui il buon Luca ha potuto debuttare e farsi le ossa mentre Francesco se le è rotte definitivamente, Michele si è preso un anno sabbatico mentre Mirko ha clamorosamente continuato la sua striscia di quarti posti...ma soprattutto è stata la stagione del ritorno al vertice di Stefano, il Presidente di Lega nonchè il Presidente più vincente della storia che dopo un podio in 7 anni è finalmente tornato a vincere uno Scudetto ed ora vedremo se si tratta dell'inizio di un nuovo micidiale ciclo...

 

L'estate come al solito passa in fretta e i Campioni in carica sono già pronti a mettere di nuovo in palio i loro titoli e dare il via alla TREDICESIMA stagione di LegaPeg…il 2013/2014! E' bello e soddisfacente vedere ai nastri di partenza le stesse 10 squadre dell'anno prima, una cosa sempre piacevole le poche volte che capita!

Qualche novità però non manca mai, Stefano anche quest'anno vuole offrire ai suoi Presidenti una Lega ancora più bella e avvincente dell'anno prima, per farlo il Presidente apporta qualche piccola modifica regolamentare: riduce i premi per le Supercoppe e modifica i montepremi di Campionato e Coppa, modifica il premio per il Premio Simpatia e istituisce due nuovi premi; il Premio Panchina d'Oro e il Premio Campione d'Estate. Abbatte il limite di 38 giocatori se superato con uno scambio, per favorire il mercato degli scambi e aumenta la panchina a 12 elementi per allinearla alla vera Serie A. La modifica più importante però riguarda indubbiamente lo stravolgimento del mercato invernale che da quest'anno, per evitare l'assenteismo e per "favorire" le squadre più bisognose a metà stagione, verrà fatto tramite un DRAFT all'americana! Una formula che ha richiesto un accurato studio e un impegno non da poco e che sarà sicuramente migliorabile e perfezionabile in futuro. Stefano ha già pronte delle nuove idee, ma rimangono ipotesi per futuro e per quest'anno si va avanti così.

L'asta iniziale, che per la prima volta nella storia si effettua presso la Caffetteria Ateneo, sede delle società di Mirko e Gianni, è la più difficile e peggio riuscita che si possa ricordare; da subito si presenta il problema dell'assenza di Luca, impossibilitato per ferie, poi i problemi si moltiplicano: al giorno dell'asta Gianluca si prende l'influenza e non ce la fa, così facendo ci si ritrova in una situazione di totale emergenza con due assenze, Ludo che da una mano alla LegaPeg facendo una parte di asta per Luca e gli altri presidenti che si adoperano per Gianluca in base alle sue richieste scritte (evidentemente in preda ai bollori dell'influenza!), nel finale si scaldano addirittura gli animi e qualcuno viene addirittura alle mani. Insomma la Caffetteria Ateneo non ha portato fortuna e chissà se e quando ci si tornerà!

In un modo o nell'altro l'asta viene comunque portata a termine e si possono quindi aprire le danze di questa nuova stagione con Mirko, Andrea e Davide dati per favoriti. Pronostici che saranno quasi totalmente smentiti, quasi...:-)

A inizio stagione come di consueto si giocano le due Supercoppe; la prima è la Supercoppa Italiana che vede per la prima in campo il buon Gianluca che però non può fare nulla contro l'enorme esperienza del PongWillUsty di Stefano che gioca una fina perfetta e con le reti dei suoi fenomeni degli ultimi anni (Cerci, Di Natale e Lulic) schianta la resistenza dello Stramala e porta a casa il suo 9° titolo e la sua seconda Supercoppa Italiana pareggiando il record di Michele e Gianni. La seconda è la Supercoppa Europea che vede il debutto nella competizione del WP Alex&Dusty79 di Andrea che sfida uno Stefano a caccia del suo secondo trionfo per andare a pareggiare il record di successi di Daniele. La partita è giocata alla pari, è combattutissima, segnano Balzaretti e Alvarèz per il WP e il solito Cerci per il PongWillUsty, alla fine la differenza la fa clamorosamente il fattore campo favorevole ai campioni d'Europa del WP Alex&Dusty79 che portano a casa il 2-1 finale e il loro primo successo nella competizione. Ora ad Andrea rimane da vincere solamente la Coppa Italia per diventare il quarto presidente, dopo Stefano, Daniele e Gianni ad aver vinto tutto, nel suo caso anche una Supercoppetta.

La Coppa dei Migliori si gioca per la prima volta nella storia a 7 squadre per via di una serie di coincidenze e per consentire comunque al detentore, Andrea, di poter difendere il suo titolo... Andrea parte subito bene a con la stessa rapidità si spegne, assieme a lui non riesce a prendere assolutamente velocità il detentore della Coppa Italia, Gianluca. Entrambi escono presto dai giochi e si arrendono all'evidenza. Le altre 5 squadre invece vanno bene; Davide prende letteralmente il volo e Gianni segue a debita distanza, loro due riescono a passare il turno senza grosse difficoltà mentre si scannano Daniele, Mirko e Stefano. E' Stefano a partire forte ma i troppi alti e bassi lo costringono alla lotta, Daniele invece parte molto male ma pian piano si riprende, raggiunge gli avversari, li scavalca e li distacca andandosi a prendere il terzo posto nelle semifinali. Mirko e Stefano lottano punto a punto fino all'ultima tappa nella quale Mirko spicca letteralmente il volo prendendosi le prime semifinali della sua storia! Per il campione d'Italia in carica è eliminazione... Le semifinali vedono quindi opposti Davide contro Mirko e Gianni contro Daniele (entrambi già vincitori del trofeo). Davide è in formissima mentre Mirko ha già dovuto faticare parecchio per raggiungere questo traguardo...e si vede, la loro semifinale è a senso unico e Davide accede alla sua ennesima finale! L'altra sfida invece è apertissima anche se mal giocata, all'andata arriva uno squallido 0-0 mentre al ritorno si scatena clamorosamente Immobile che da solo piega la resistenza del Bel Problema e regala alla Stella Rossa il 2-1 che vale la seconda finale di Champions della sua storia! La finalina per il 3° posto viene ripetuta un paio di volte e alla fine la spunta Gianni che si prende un podio per la gloria lasciandone ancora una volta Mirko ai piedi... La finale è una questione ristretta a colui che ha vinto la prima edizione (Daniele) e colui che da anni cerca di vincere la sua prima Coppa (Davide), la sfida è combattutissima, sembra vincerla Davide ma poi rimonta Daniele e rischia di vincerla lui...finisce in parità e si ripete (è la prima volta di una ripetizione nella nostra storia). Anche la ripetizione è in equilibrio ma la tripletta di Destro consegna di fatto il trionfo al Pieverly Hills di Davide e fa scattare le polemiche della Stella Rossa, Destro doveva essere espulso, forse la partita sarebbe finita 0-0... E' la prima coppa per la gloriosa compagine di Davide ed è solo l'inizio di una stagione assolutamente memorabile, per lui.

In Coppa Italia colui che difende il titolo è Gianluca che però si arena in una stagione inguardabile, purtroppo per lui anche in Coppa Italia. Nel girone sud non c'è storia, Gianni parte subito forte poi arriva di gran carriera Francesco che lo scavalca e se ne va realizzando anche il record assoluto di vittorie consecutive in Coppa. Le altre 3 squadre: Daniele, Gianluca e Andrea non riescono mai ad avvicinarsi alla lotta per l'accesso alle semifinali e abdicano malamente. Il girone nord è più combattuto, solamente Michele parte bene ma dopo un paio di giornate si ritrova in ultima posizione e non riesce più ad uscirne. A partire fortissimo è Davide che spicca il volo con 4 vittorie consecutive, poi però si arena e viene raggiunto da Stefano, Luca e Mirko.Il Presidente supera tutti e si assicura il primo posto e l'ottava semifinale di Coppa della sua storia (1 solo successo però) mentre Mirko si arrende nel finale, la lotta per il secondo posto è serratissima tra Davide e Luca che con una serie di combinazioni di risultati incredibili, chiudono il girone in parità. Ci vuole lo spareggio per definire il quarto semifinalista 2013/2014, la partita è bellissima ma è la stagione di Davide e si vede, il 3-2 finale premia il Pieverly Hills e lascia il Newborn con un pugno di mosche!

Nelle semifinali si sfida Gianni-Stefano e Davide-Francesco, già all'andata le due sfide sono praticamente decise. Davide parte in tromba e rifila un sonoro 5-1 a Francesco, anche Gianni ne fa 5 ma Stefano riesce a rimanere leggermente più in partita grazie ai 3 gol realizzati, il 5-3 finale comunque è una mezza ipoteca sulla finale per Gianni. Al ritorno Francesco si arrende e lascia strada libera a Davide per la sua quarta finale di Coppa, Anche Stefano non riesce a tirare fuori conigli dal suo cilindro e si arrende alla potenza di Gianni&Ale che raggiungono quindi la loro terza finale!

Nella finalina di consolazione Stefano si scatena e schianta Francesco ottenendo così il terzo posto per la seconda volta nella sua storia mentre le altre semifinali e finaline di consolazione decretano il 5° posto di Mirko, il 6° di Gianluca, il 7° di Luca, l'8° di Daniele, il 9° di Andrea e il 10° di Michele che arriva ultimo in Coppa Italia per secondo anno consecutivo.

La finale tra Davide e Gianni&Ale è un evento che vede opposte due squadre con alle spalle ben 7 finali complessive, insomma c'è in campo la storia! Davide cerca disperatamente la prima affermazione nella competizione, dopo aver già portato a casa la sua prima Coppa dei Migliori mentre Gianni cerca la sua seconda Coppa Italia. La finale è combattuta ed equilibrata ma alla fine anche qui è la tripletta di un Destro che non dovrebbe essere in campo bensì sotto la doccia per espulsione, a decidere la gara! La solidità del Pieverly assieme all'estro di Destro piegano la resistenza del Bel Problema e così Davide riesce nella scopa di coppe e porta a casa anche l'ultima grande competizione che gli mancava! Ma non finisce qui...

La competizione più importante, si sa, è sempre il Campionato e come spesso accade sono subito uomini di grande esperienza a piazzarsi nelle posizioni di vertice, Gianni e Stefano partono forte e cercano la fuga, riescono ad allungare sul resto del gruppo seguiti a ruota dalla grande sorpresa di stagione, il socio fondatore ancora alla ricerca di un titolo, Francesco! E' lui che clamorosamente cerca di giocare finalmente la sua grande stagione e va a giocarsi il titolo di Campione d'Inverno con Gianni ma lo perde sul filo di lana...intanto alle loro spalle c'è sempre Stefano ma soprattutto sono in grande rimonta il sorprendente Luca e l'onnipresente Davide, mentre Daniele, Mirko, Andrea, Michele e Gianluca sono già tagliati fuori e giocano un campionato a se stante...

Nella seconda parte di stagione Gianni accusa la stanchezza e molla il colpo lasciandosi superare e staccare dagli avversari mentre è Davide a realizzare un'incredibile serie di risultati che lo porta dritto dritto alla conquista del suo terzo Scudetto e all'incredibile gioia di essere il primo nella storia a realizzare lo slam...Campionato+Coppa+Coppa!! Alle sue spalle è Luca a riuscire a respingere la resistenza delle avversarie e portare a casa il suo primo podio in carriera mentre Francesco all'ultimo turno scavalca Stefano e torna finalmente sul podio di una grande competizione, anche se avrebbe meritato qualcosa di più! Stefano e Gianni vanno in Champions mentre Andrea e Mirko si qualificano al preliminare. Il campionato è una delusione per Daniele e Michele ma soprattutto per Gianluca che realizza tutti i record negativi possibili e immaginabili!

Davide c'era già ma con questa stagione incredibile scolpisce indelebilmente il suo nome nella storia della LegaPeg, sarà praticamente impossibile per chiunque altro ripetere un'annata simile, complimenti a lui che ora cercherà di completare l'opera con le due Supercoppe...

 

Dopo un'estate fresca e tranquilla la LegaPeg torna nuovamente ai nastri di partenza per la stagione 2014/2015, la numero QUATTORDICI! Le novità sono poche perchè ormai le regole sono davvero rodate e cambiare potrebbe stravolgere una formula che funziona...il presidente ha in mente qualche novità importante già da un paio di stagioni ma metterle in atto è complicato e quindi per quest'anno ci si limita a modificare un paio di premi speciali come quelli relativi al Miglior Attacco e al Top Defender senza però stravolgere minimamente tutta la perfetta formula dell'attuale LegaPeg!

L'asta iniziale si svolge per la prima volta nella storia nella nuova tenuta presidenziale di Motta Biscotti, ancora disabitata ma già accessibile per l'uso, gioia e gaudio da parte di tutti!

Si assegnano subito le due Supercoppe della stagione precedente e Davide continua a non lesinare quanto a culo...prima sbisce 0 gol da Gianni e poi anche da Daniele, c'è da dire che almeno lui fa 3 gol. Doppia vittoria per 3-0 ed en-plein completato per l'FC PIEVERLY HILLS che nel 2013/2014 ha vinto tutti e 5 i trofei in palio, vergogna!

In Coppa dei Migliori Francesco, Mirko e Stefano prendono da subito il largo rispetto alla concorrenza e fanno gara a parte per accaparrarsi le prime 3 posizioni, alla fine sono Mirko e Fra ad avere gli spunti migliori e portano a casa i primi due posti, poi Stefano che si qualifica senza difficoltà. Qualche affanno in più per Davide ma non troppi perchè Luca e Gianni giocano un girone talmente scadente da rimanere distaccati quasi subito senza più riuscire a recuperare! Nelle semifinali Mirko distrugge il detentore Davide (e ci voleva!) con un 2-0/3-0 che non ammette repliche mentre la sfida tra Ste e Fra è molto più combattuta e dopo il 2-2 dell'andata la spunta Francesco con un concreto 1-0 al ritorno. Finale inedita tra Mirko e Fra con mostri sacri eliminati! Stefano Batte Davide e si prende la gloria del terzo posto mentre nella finalissima il favorito 3M&H si spegne e il BECCAGOL ne approfitta alla grande, vince 1-0 e così Francesco porta a casa il suo primo trofeo dopo quasi 10 anni e la sua prima Coppa dei Migliori, onore a lui e all'ottimo finalista Mirko!

La Coppa Italia 2014/2015 vede due gironi diametralmente opposti; il gruppo nord con 5 squadre che non segnano quasi mai e nel quale Gianni prende immediatamente il largo e con un filotto di vittorie ipoteca il passaggio già dopo l'andata. Dietro di lui se la cava bene il solito Davide che contro avversari spenti ne approfitta facilmente, sono loro due a volare via e a qualificarsi alle semifinali, la resistenza opposta da Gianluca, Luca e Michele è veramente poca cosa. Nel girone sud invece fioccano i gol e a parte un Mirko non molto in palla, le altre 4 squadre si battono con le unghie e con i denti, Andrea però non è assistito dalla fortuna e chiude mestamente ultimo mentre è molto bella battaglia tra Francesco, Daniele e Stefano a suon di gol (fatti e subiti), Fra scappa via e chiude meritatamente in vetta continuando la sua grande stagione mentre Daniele e Stefano la giocano fino all'ultimo minuto, la spunta la Stella Rossa che elimina così la squadra più spesso qualificata alle semifinali! Mentre gli eliminati chiudono con Stefano 5°, Mirko 6°, Luca 7°, Gianluca 8°, Michele 9° e Andrea 10°, Daniele infligge una sonora lezione a Gianni con una doppia vittoria 5-1 e 3-2 e vola nella sua terza finale di Coppa Italia mentre Davide ricorre a tutta la sua buona sorte per fermare il miglior attacco della competizione nell'andata (1-0) e poi per realizzare tutti i gol della sua competizione al ritorno 4-2. Fra abdica, per Davide è la quinta finale, la terza consecutiva! Nella finalina il BeccaGol mette a tacere il Bel Problema e si prende un altro podio mentre la Stella Rossa viene ipnotizzata e per la prima volta dopo 9 gare rimane a secco, il Pieverly Hills realizza un solo semplice gol che gli basta per vincere la seconda Coppa Italia consecutiva! Trionfo!

Il Campionato è estremamente avvincente, a dargli vita e verve ci pensano Mirko, Fra, Davide, Andrea, Daniele ed un pochino anche Stefano e Michele (nella parte iniziale). Memorabile la volata finale nella quale in 3 cominciano a correre dopo essersi finalmente e definitivamente tolti di dosso i vari Andrea, Davide e Stefano...questi 3 sono il 3M&H, la Stella Rossa in rimonta e il BeccaGol. Se le danno di santa ragione, Mirko sembra avere la meglio e scappa via ma poi si spegne clamorosamente e improvvisamente, Daniele sembra inarrestabile, lo agguanta e lo sorpassa con Francesco alle calcagna poi qualcosa si inceppa anche nella Stella Rossa ed è il BeccaGol a prendere la testa e scappare verso il titolo che alla penultima sembra suo ma si spegne anche lui, il 3M&H riprende vigore e chiude fortissimo, li scavalca entrambi e porta a casa clamorosamente il primo Scudetto della sua storia, Daniele è ancora secondo (3^ volta in 4 anni) e Fra porta a casa il terzo podio della sua stagione ma il Campionato dovrà attendere ancora!

Premi vari, cerimonie e qualificazioni...si chiude anche questa stagione e tutti vanno in vacanza in attesa di ricominciare a studiare!

 

L'estate passa sempre troppo in fretta e subito arriva il 2015/2016 che rappresenta la QUINDICESIMA stagione della LegaPeg! Le novità regolamentari sono praticamente assenti anche se qualcosa di nuovo è quasi pronto per le stagioni a venire, c'è però un'importantissima novità nel gruppo, dopo ben 10 stagioni i bianchi di Gianni abbandonano la Lega di colpo, senza dare spiegazioni. Perdere definitivamente Gianni è un colpo molto triste per tutti i presidenti, la sua simpatia e semplicità è sempre stata apprezzata a tutte le aste, inoltre saluta una squadra capace di vincere tutti i trofei, onore a te e in bocca al lupo per il futuro, Gianni! A sostituirlo però arriva subito un elemento di sicuro affidamento e indubbiamente molto quotato fantacalcisticamente parlando, il giovane Bruno è un fantapresidente nato, un altro interista in LegaPeg che darà molto filo da torcere a tutti! La stagione è divertente e dopo la classica e accesissima asta estiva parte subito a tutta. Davide riesce subito a fare suo il primo titolo stagionale e battendo Mirko si porta a casa la sua seconda Supercoppa Italiana consecutiva! Per Mirko la stagione parte malissimo, una settimana dopo le prende anche da Francesco che vince la sua prima Supercoppa Europea ed inizia quello che sarà un anno magico. In Coppa dei Migliori vanno subito via Francesco e Stefano mentre gli altri si scannano per i restanti due posti, alla fine Mirko allunga e Daniele, Davide e Andrea lottano punto a punto per l'ultimo posto utile nelle semifinali. Ovviamente la spunta Davide. Francesco e Stefano Sono troppo forti però e dominano le semifinali e così Stefano torna a giocarsi la finale dopo 6 anni dal trionfo del 2009/2010 mentre Francesco diventa il primo campione in carica a raggiungere la finale, nel frattempo Mirko batte Davide e prende il 3° posto per la gloria. La finale è bellissima ma Higuain la fa da padrone, il PongWillUsty gioca un partitone ma non basta, vince il BeccaGol con il clamoroso punteggio di 4-3! Per Fra è il secondo successo consecutivo e raggiunge Gianni a quota 2 Champions!

Anche in Coppa Italia i mattatori sono Stefano e Francesco. Il primo domina il suo girone con risultati clamorosi il secondo deve combattere un po' di più nel suo ma alla fine la spunta anche lui e vince il suo gruppo, alle loro spalle si mettono in evidenza Gianluca e di nuovo Mirko che riescono senza grandi fatiche ad eliminare tutte le avversarie che si piazzano nell'ordine: Daniele 5°, Davide 6°, Michele 7°, Andrea 8°, Luca 9° e Bruno 10°.

Nelle semifinali Francesco e Stefano sono favoritissimi ma Mirko e Gianluca vendono cara la pelle e all'andata sfruttano il fattore campo; Mirko batte Stefano 2-1 mentre Gianluca supera Fra con un bel 3-1. Il valore dei due mattatori però è veramente elevato, difficile tenergli testa per due match di fila! Al ritorno il PongWillUsty sfodera una super prestazione, batte Mirko 4-3 e va in finale per la somma punti, la stessa cosa riesce a farla Francesco battendo Gianluca 2-0. Oltre alla forza quindi anche la sorte accompagna i due amici-campioni che quindi si sfidano anche per il secondo trofeo dell'anno, nel frattempo Mirko batte Gianluca e chiude terzo anche in questa Coppa. Francesco e Stefano vanno quindi in caccia della loro seconda Coppa Italia dopo diversi anni dal primo successo (9 per Stefano e ben 12 per Francesco che vinse la prima edizione). Stefano vuole la rivincita e la trova! Con una prova tutta sostanza i verdi superano i neri e la Coppa Italia torna al San Dusty! Stefano raggiunge quindi Davide, Michele e Matteo a quota 2 e soprattutto torna in vetta alla classifica dei club più titolati con il suo decimo trofeo!

Il Campionato, manco a dirlo, è un'altra questione a due! Sono ancora Francesco e Stefano a farla da padrone ma questo è l'anno dei neri, l'anno tanto atteso da Francesco è finalmente arrivato, grazie ad uno squadrone dominato da un super leader come Higuain (miglio giocatore di sempre per il nostro gioco), ad un ottimo 11 e alla giusta e indispensabile dose di fortuna Francesco prende la vetta alla 9^ giornata e non la molla più. Perde solo 2 partite in tutto il Campionato, stabilisce una sfilza di record e finalmente, dopo 15 anni di attesa, porta finalmente a casa il suo primo Scudetto! Ultimo tra i soci fondatori a conquistarlo! Alle sue spalle prova a fare qualcosa Stefano con una super squadra che stabilisce il record d'attacco per i campionati a 10 squadre ma non basta, il distacco a fine anno è netto però il PongWillUsty porta a casa il secondo posto (3^ volta) e quindi il suo 7° podio in Campionato (solo Davide ha fatto meglio) coronando anche lui una stagione meravigliosa! Alle loro spalle chi se no Mirko? Il campione in carica parte male ma poi nella seconda parte di stagione va alla grande e onora il suo titolo con un podio meritato e prestigioso! Tra gli altri è lotta serratissima fino a fine anno per accedere alla prossima Champions, alla fine la spuntano Gianluca (che agguanta finalmente la sua prima partecipazione alla Champions!) e Michele (che torna dopo 3 anni di assenza)! Al preliminare andranno due rivali storici come Davide e Andrea mentre Luca, Daniele e il novellino Bruno restano a bocca completamente asciutta con il neo arrivato, ultimo in entrambe le competizioni, che dovrà studiare parecchio durante l'estate...

E' stato l'anno di Francesco, partecipante e fondatore storico che già da un paio di anni dimostrava di aver finalmente imparato il mestiere, ora è diventato l'autore di una delle più esplosive stagioni fantacalcistiche! Tanto di cappello a lui e a chi ha cercato di fermarlo, in particolare Stefano che lo ha sfidato su tutti i fronti e poi a Mirko e Gianluca che ci hanno provato... Agli altri l'augurio di riprendersi in fretta per un 2016/2017 più ricco di soddisfazioni!

 

Con un paio di immancabili importanti novità fa subito capolino il 2016/2017, sedicesima stagione di LegaPeg! I partecipanti restano fortunatamente gli stessi, è sempre bello quando accade. Il Presidente però come sempre si è adoperato per regalare qualche piccola novità e dopo anni di allestimento ecco un paio di importantissime novità regolamentari: sarà finalmente possibile fare le formazioni con "opzioni" per avere sempre la migliore formazione possibile in campo e nasce il modificatore difesa per riuscire, finalmente, a valorizzare anche quei difensori che segnano poco ma i voti buoni li pigliano sempre e poi dopo tantissimi anni di attesa arrivano gli assist (solo in movimento) a rendere più spettacolari i risultati ed in effetti i risultati sono eclatanti. Bella stagione la sedicesima, si parte con due Supercoppe giocate e vinte da Stefano contro Francesco a rendere la stagione di Stefano memorabile con altri due trofei che sono l'undicesimo e il dodicesimo di una storia che non accenna a rallentare. In generale nel 2016/2017 si vedono tantissime belle partite, le nuove regole portano risultati eclatanti, si avvicinano a più riprese i 100 punti che fino ad ora erano stati quasi sempre un miraggio, arrivano piogge di gol; 6-1, 7-3, 5-5 e via dicendo, insomma le nuove regole hanno ancora una volta portato un miglioramento. In Coppa dei Campioni Andrea e Michele quasi non giocano e quindi è un gioco da ragazzi la qualificazione per le 3 squadre migliori dell'anno: Gianluca, Mirko e il solito Stefano, assieme ad un ottimo Francesco che se prende alla grande l'ultimo posto disponibile ma poi in semifinale contro Gianluca non può nulla perchè quest'anno il rosa è scatenato e già all'andata chiude il discorso qualificazione un po' come fa Stefano con Mirko che dopo questa stagione si sognerà i verdi fluorescenti per diversi decenni. Il 4-2 dell'andata spalanca le porte della seconda finale di fila a Stefano ma Mirko non molla e il ritorno è un susseguirsi di emozioni che culminano in un 4-4 altamente spettacolare che non serve a Mirko ma che fa divertire il pubblico. Anche la finale è stratosferica e Stefano dopo aver perso l'anno prima 5-3 contro Francesco, questa volta deve arrendersi 4-3 a Gianluca che va così a vincere il suo secondo trofeo dopo la Coppa Italia 2012/2013 e va a sedersi clamorosamente sul trono d'Europa in una stagione che gli regalerà ancora altre gioie!

In Coppa Italia è invece pura apoteosi per Stefano che domina la competizione fin dal girone assieme a Gianluca, i due se ne vanno già dalle prime giornate mentre nell'altro girone fanno la stessa cosa Mirko e Michele. Nelle semifinali Mirko distrugge Gianluca annullando le sue speranze di Grande Slam mentre dall'altra parte Stefano domina contro Michele e quindi si presenta di fronte a Mirko per una bellissima e apertissima finale. Mirko si rivela ancora una volta un eterno piazzato, in finale il PongWillUsty è scatenato e realizza un 5-0 che non verrà dimenticato facilmente. Stefano porta così a casa il suo tredicesimo trofeo, la terza Coppa Italia, la seconda consecutiva.

Il Campionato è uno dei più avvincenti di sempre grazie a 3 squadre che fanno cose memorabili. Nelle retrovie Andrea non ne becca una e chiude mestamente ultimo mentre Davide e Bruno non riescono mai a lasciare il segno se non per la miglior prestazione dell’anno di Bruno che un giorno si sveglia e fa 99 punti!! Poi Luca e Daniele che con buone squadre non riescono a trovare continuità ma anche Daniele un giorno fa 97 punti mentre Luca in un modo o nell’altro decide il Campionato, loro due si vedranno per il preliminare della prossima Champions. Preliminare che eviteranno invece il campione d’Italia Francesco, incappato in una stagione in chiaro scuro senza mai nutrire grandi ambizioni e Michele che ha provato a lottare per il podio fino a poche giornate dal termine sia in Campionato che in Coppa Italia ma nulla ha potuto contro 3 avversarie davvero stratosferiche.

Come detto a dare vita ad un Campionato meraviglioso sono state 3 squadre ovvero quelle di Gianluca, Mirko e Stefano. La grande sorpresa è stata sicuramente il Nuvola di Gianluca che è partito fortissimo grazie ad un super centrocampo e due ottimi attaccanti, si è involato in vetta al campionato ed ha provato ripetutamente la fuga che però, proprio quando sembrava riuscita, si è sgonfiata. Mirko e Stefano sono sempre rimasti li dietro a mettere il fiato sul collo dell’avversaria e alla trentesima giornata Mirko ha preso il volo e si è preso il comando della classifica cercando anche l’allungo. Gianluca non ha mai mollato ma ancora meglio ha fatto Stefano che nella seconda parte di stagione ha inanellato prestazioni monstre una dopo l’altra e a poche giornate dal termine è andato al comando! A 2 turni dalla fine il suo quinto scudetto sembrava ormai cosa fatta ma all’ultimo turno Luca stende 5-2 il PongWillUsty mentre Gianluca distrugge 5-3 Mirko nello scontro diretto, raggiunge in classifica e anche nell’attacco Stefano e il Campione d’Italia si decide in base agli scontri diretti per la prima volta nella storia…vince Gianluca (3-2/3-2/5-5/2-5). Un epilogo incredibile che coglie di sorpresa anche il diretto interessato che ormai non pensava nemmeno più di poter vincere il campionato. Stefano vede sfumare il 5° titolo e quindi la tanto attesa stella dovrà attendere ma porta comunque a casa il suo ottavo podio mentre Mirko chiude terzo per il secondo anno consecutivo ed è sul podio per la terza stagione di fila. Sono ovviamente loro tre a spartirsi anche tutti i piccoli premi stagionali.

Si chiude quindi un’annata da record che ha entusiasmato tutti e che ha visto Gianluca trionfare dopo tanti anni di tentativi vani, a chi toccherà l’anno prossimo?

 

Si riparte nel 2017/2018 per la diciassettesima stagione e tutti all’inseguimento di Gianluca. Per fortuna nulla cambia ancora dal punto di vista dei partecipanti, Andrea attraversa un breve periodo di appannamento e sembra voler rinunciare ma poi si ravvede e la Lega conserva quindi i suoi 10, ormai consueti, Presidenti.

A livello regolamentare cambia pochissimo, solo qualche aggiustamento perché la stagione precedente ha dimostrato che è ormai praticamente tutto perfetto e non servono ulteriori modifiche per garantire lo spettacolo! Cambia il premio per i difensori che da Top Defender si trasforma in Premio Miglior Difesa per andare a premiare davvero chi costruisce il miglior pacchetto arretrato invece di chi acquista il miglior difensore, di conseguenza si modifica anche leggermente il modificatore della difesa che comunque ha funzionato alla grande già al suo debutto. Infine per aiutare i presidenti in questo campionato che diventa sempre più "spezzatino" le sostituzioni a partita diventano 4.

Si parte subito con le Supercoppe che vedono la doppia sfida tra Gianluca e Stefano che da bravi amichetti si spartiscono tranquillamente la posta in palio, Stefano porta a casa la sua quarta Supercoppa Italiana grazie a Mertens, Icardi e Joao Pedro poi però cede a Gianluca nella Supercoppa Europea. Per Gianlu è il primo trofeo!

Poi si passa da un preliminare di Champions che vede Luca distruggere Daniele e assicurarsi un posto in una Coppa che gli darà soddisfazioni. Già perché in Coppa dei Migliori Luca domina letteralmente il girone eliminatorio assicurandosi ben presto un posto in semifinale, alle sue spalle è bagarre, Stefano tra alti e bassi chiude bene al secondo posto mentre Michele e Mirko hanno bisogno dell’ultimo respiro per riuscire a sorpassare ed eliminare Francesco. L’unico a non respirare mai è Gianluca, fuori dai giochi fin dalle prime battute. Nella prima semifinale Stefano distrugge Michele sia all’andata che al ritorno e si conquista la terza finale consecutiva mentre tra Luca e Mirko la sfida è accesissima, parte benissimo Mirko vincendo 2-1 all’andata ma poi Luca al ritorno gioca il partitone e con 85 punti ribalta Mirko 4-2 e va in finale per la prima volta. Mentre Michele batte Mirko per il podio, Luca e Stefano giocano la sfida della paura…Luca non ha mai vinto nulla e ha il braccino, Stefano ha il terrore di perdere la terza finale consecutiva; finisce 0-0. Si rigioca ma il trend non cambia e solo un episodio consente a Pavoletti di realizzare la rete decisiva che stende Luca e regala a Stefano la seconda Coppa dei Migliori nonché il 15esimo trofeo della sua storia!

In Coppa Italia Stefano domina il suo girone e pur non vincendolo si guadagna la qualificazione con un paio di giornate di anticipo, cosa che non succede al vincitore Davide che chiude il girone in vetta ma per qualificarsi deve sudare ben di più perché Michele da battaglia fino all’ultimo turno, male invece Luca e Bruno. Nel girone sud i dominatori assoluti sono 2, Andrea e Francesco prendono il largo e stravincono il loro gruppo nonostante un Gianluca in gran forma nella prima fase, nessuna speranza invece per Daniele e Mirko, mestamente ultimo con una sporta di gol subiti.

Mentre Michele (5°), Luca (6°), Gianluca (7°), Daniele (8°), Bruno (9°) e Mirko (10°) si giocano i match di consolazione, i migliori si sfidano per la vittoria della 15esima Coppa Italia Peg! Le semifinali vedono opposti Davide a Francesco e Stefano ad Andrea e sono sfide apertissime, all’andata arriva un doppio pareggio che lascia aperto ogni discorso, al ritorno Davide si scatena, schianta Francesco 4-2 e si guadagna la sesta finale di Coppa Italia! Tra Stefano e Andrea vince invece la paura ed è quindi l’esperienza di Stefano a farla da padrone, 1-0 cinico e chirurgico e quinta finale di Coppa per Stefano! Negli ultimi 5 anni la Coppa è stata vinta solamente da Davide e Stefano!

Nella sfida per il terzo quarto posto la spunta Andrea che torna così dopo quasi 6 anni su un podio importante! La finale è la supersfida, 11 finali di Coppa e ben 24 trofei in due. Si gioca sul filo e solo un meraviglioso Handanovic consente a Davide di non perdere e chiudere 1-1 la prima sfida, nella ripetizione Stefano crolla clamorosamente mentre Davide azzecca i cambi e grazie a Marusic e Anderson (entrati dalla panchina) riesce a piegare la resistenza del campione e portare a casa la sua terza Coppa Italia e il suo decimo trofeo tornando a vincere dopo due stagioni di totale oblio!

Il Campionato è abbastanza avvincente anche se non equilibrato e pazzo come nella passata stagione. Il dominatore è Luca che parte subito benissimo piazzandosi al comando e rimanendoci praticamente per tutta la stagione. Solamente Francesco alla 14esima giornata e poi Mirko alla 16esima riescono a scalzarlo per un attimo dalla vetta che però Luca riagguanta immediatamente e dalla 17esima in poi non la molla più! Mirko è l’unico che cerca di tenere il passo ma non riesce in realtà mai ad impensierirlo davvero anche perché dopo un’ottima prima parte di stagione, nella seconda metà cala vistosamente il suo rendimento e porta a casa risultati con grande fatica. Per Luca è quindi la gioia più grande, quella della prima grande affermazione! Il primo titolo è anche il più importante, è lui il Campione d’Italia 2017/2018! Alle sue spalle chiude infine un Mirko che si conferma grandissimo portando a casa il quarto podio consecutivo, impresa riuscita solamente ai grandi (Davide e Stefano). Molto avvincente la lotta per il podio che vede sfidarsi Michele, Francesco e Davide che rimonta dalle retrovie con una seconda parte di stagione memorabile. I tre si giocano tutto nelle ultimissime giornate e a spuntarla, manco a dirlo, è il più…”esperto”! Davide nelle ultime giornate non sbaglia un colpo e riesce a portare a casa il suo undicesimo podio, migliorando ancora di più un primato già suo e tornando in alto dopo 3 stagioni difficili. Niente da fare invece per Francesco e Michele che non riesce a tornare ai vertici dopo ormai ben 6 stagioni di delusioni. Alle spalle di queste super 5 è calma piatta, dal 6° al 10° posto si classificano Stefano, Bruno, Daniele, Andrea e Gianluca che da campione d’Italia in carica riesce a retrocedere, impresa riuscita solo a Michele prima di lui.

Si chiude quindi l’ennesima grande stagione che ha portato finalmente alla gloria anche Luca, ora è solamente Bruno a non aver mai vinto uno Scudetto ma avrà tempo per farlo!

 

Anche nel 2018/2019 i partecipanti rimangono gli stessi ed è già un evento perché non era mai successo prima, nella nostra storia, che i partecipanti rimanessero gli stessi per 4 stagioni di fila! A livello regolamentare non cambia nulla, viene solamente aggiunto un premio che va a premiare la novità più importante delle ultime stagioni, gli assistman.